In tendenza

Siracusa, il turismo prova a ripartire. Castello: “Creata fondazione delle associazioni, tanti progetti”

"La guida turistica è una categoria che ha molto sofferto l'emergenza Covid 19 - spiega Castello - Per noi la crisi è partita almeno da novembre"

Carlo Castello, guida turistica siracusana, è stato eletto, lo scorso 16 giugno, a Enna, vicepresidente della federazione delle associazioni guide turistiche siciliane.

La finalità della federazione è raccogliere tutte le associazioni di categoria per unirle in un unico contenitore e salvaguardare la figura della guida turistica, semplificando le operazioni di riunione e confronto. Una categoria, peraltro, già in profonda crisi.

“La guida turistica è una categoria che ha molto sofferto l’emergenza Covid 19 – spiega Castello – Per noi la crisi è partita almeno da novembre”.

Adesso, in previsione della stagione estiva, e nell’ottica di dover affrontare al meglio la Fase 3, si stanno mettendo in campo una serie di iniziative per dare una boccata di ossigeno alla categoria (flussi turistici permettendo).

“Abbiamo preso accordi con la società che gestisce il Parco archeologico e il Castello Maniace, per cui siamo presenti in questi due siti. Da luglio partiranno le visite guidate in Ortigia, grazie ad accordi presi con alcuni info point”. Per tornare a pieno regime, però, bisognerà attendere la prossima estate.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo