In tendenza

Siracusa, imbrattati i sentieri di piazza San Giovanni. Il sindaco Italia: “gesto esecrabile”. Di Lorenzo: “serve rispetto dei luoghi”

Nella serata di ieri un uomo ha versato del liquido viscoso, presumibilmente dell'olio

Ignoti nella giornata di ieri hanno imbrattato buona parte dei sentieri attigui la Basilica di San Giovanni a Siracusa. In mattinata, infatti, era ben visibile una lunga striscia di una sostanza viscosa, presumibilmente olio, che da quanto si apprende sarebbe stata versata volontariamente da un uomo nella serata di ieri.

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, che ha voluto ribadire come imbrattare un monumento “è sempre un gesto esecrabile, ancora di più nel caso della basilica di San Giovanni, la prima cattedrale della città, che con le sue catacombe rappresenta uno bene simbolico per la storia della Siracusa cristiana e non solo. Non ci aspettiamo che il colpevole, chiunque sia e quale che sia la ragione che lo ha spinto ad agire, conosca l’importanza del bene che ha voluto danneggiare; ci aspettiamo però che sia punito come merita perché ha offeso e indignato tutti i siracusani“.

Sull’argomento interviene anche il delegato di quartiere Neapolis, Giovanni Di Lorenzo: “Il gesto, increscioso di per sé, di qualcuno che, volutamente, imbratta un monumento importantissimo per Siracusa e per tutti i siracusani, è reso ancor più grave dall’indifferenza di chi non interviene pur assistendo ai fatti. Mi auguro che gli inquirenti assicurino presto alla Giustizia l’autore e che la pena applicata sia esemplare. Credo ci sia un tema legato al rispetto dei luoghi e delle regole che debba essere recuperato partendo dalle famiglie e all’educazione civica. Ringrazio il Corpo di Polizia Municipale che é immediatamente intervenuto assicurando la cristallizzazione delle prove”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni