Siracusa, impianti di conferimento dell’organico saturi: stamattina niente raccolta in città

Un disagio che questa settimana si è presentato con un giorno di anticipo, visto che da circa due mesi a questa parte l'inconveniente, se così può essere chiamato, si palesava soltanto il sabato

Saltata la raccolta dell’organico oggi a Siracusa in diverse zone della città, ma domani, come assicurato dalla Tekra, il servizio riprenderà regolarmente. Il problema è sempre lo stesso: l’impossibilità di poter conferire la frazione nei centri, causa saturazione degli stessi. Un disagio che questa settimana si è presentato con un giorno di anticipo, visto che da circa due mesi a questa parte l’inconveniente, se così può essere chiamato, si palesava soltanto il sabato.

In quest’ultimo week end di novembre, invece, la saturazione degli impianti si è manifestata con un giorno di anticipo, impedendo così alla Tekra, società che gestisce il servizio di poter effettuare la raccolta. Un problema, quello degli impianti di conferimento ormai saturi che, vale la pena dirlo, sta diventando sempre più “organico” e che rischia di acuirsi non appena la differenziata si estenderà anche nelle altre zone della città. E da lunedì a Siracusa la differenziata e quindi la raccolta dell’organico prenderà il via su tutto il territorio comunale, comprese contrade balneari e case sparse.

Insomma, si rischia di vivere il paradosso di riuscire finalmente ad aumentare le percentuali di differenziata ma di non avere il modo di smaltirla. Siracusa, infatti, può conferire qualcosa come 350 tonnellate mese di organico nei tre impianti disponibili, quello della Raco di Belpasso, l’impianto Sicula compost e quello della Calat Ambiente. Molto, ma probabilmente non abbastanza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo