Arriva “WhatsApp SiracusaNews”: per le segnalazioni dei lettori, basta un messaggio

In tendenza

Siracusa, in piazza Euripide si mette una toppa sulla strada nuova: la pendenza (sbagliata) che non t’aspetti

Nessuna rottura improvvisa di una tubazione idrica (come avviene spesso alla Borgata e com'è avvenuto in corso Gelone), né di altri sottoservizi, ma solo un piccolo accorgimento, o meglio una piccola “correzione”, alle pendenze

Quando la toppa, o meglio il rattoppo, non è peggio del buco ma serve a “coprire” l’avvallamento. È quanto sembra essere accaduto nella nuova e riqualificata piazza Euripide, dove da alcuni giorni ha fatto capolino un piccolo strato d’asfalto, nuovissimo, posato su quello già esistente, nuovo. Nessuna rottura improvvisa di una tubazione idrica (come avviene spesso alla Borgata e com’è avvenuto in corso Gelone), né di altri sottoservizi, ma solo un piccolo accorgimento, o meglio una piccola “correzione”, alle pendenze. Perché a quanto pare all’interno degli uffici comunali – dopo le ultime piogge primaverili – qualcuno si era reso conto che in quel tratto il deflusso delle acque meteoriche si interrompeva bruscamente. Creando una piccola pozza stagnante.

Poco male, viste le condizioni in cui quell’area si presentava dopo precipitazioni anche poco violente, ma molto male se si pensa appunto che quell’area è appena stata riqualificata. E adesso rattoppata, seppur per migliorare il deflusso. Un rattoppo che richiama alla mente le immagini di tante strade cittadine a strisce grigio chiaro e grigio scuro in base all’ordine cronologico dell’intervento. Questa volta, però, i tempi per mettere una pezza appaiono davvero molto ristretti.

Come si ricorda, l’intervento in piazza Euripide rientra in un progetto molto più ampio che comprende – tra gli altri – anche interventi in via Agatocle, via Piave, via Diaz e via Arsenale, per un costo di circa 1 milione di euro. E che ha destato anche qualche polemica prima per le nuove alberature, successivamente dal punto di vista della viabilità (con le 3 micro rotatorie) e infine per l’abbattimento – nonostante le raccomandazioni della Soprintendenza – del ponticello di via Agatocle.

Oggi le polemiche sono lontane ma resta ancora la curiosità (a cantiere finito) di vedere se le idee di riqualificazione della zona saranno apprezzate e valorizzate dai residenti. Altrimenti anche in quel caso si dovrà provare a mettere una toppa…


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo