Siracusa, intitolata a Sebastiano Rodante la nuova strada che collega via Mascalucia a via Augusta

Il dottor Sebastiano Rodante, pediatra, è stato uno dei pionieri degli studi scientifici moderni sulla Sindone

“Sono felice di essere qua e di vedervi così numerosi. Un ringraziamento alla famiglia Rodante e ai consiglieri Torres e Mangiafico, che hanno sollecitato questo momento”.

Queste le prime parole del sindaco Francesco Italia nel raccontare la figura del dottor Sebastiano Rodante, morto nel 2016, all’età di 92 anni, nel corso della cerimonia di intitolazione di una nuova strada, che collega via Mascalucia a via Augusta.

Arrivo a questo appuntamento – ha ancora detto il sindaco Francesco Italia – dopo aver presenziato al Festival dell’Educazione, dove erano presenti tanti bambini, ai quali ho detto che uno degli strumenti più importanti dell’educazione, che non è solo conoscenza, è l’esempio. Qui ricordiamo e raccontiamo l’esempio di un uomo che è stato uno straordinario professionista, un pediatra amato, una persona di grande umanità, ma anche una persona curiosa di scienza che ha legato indissolubilmente il suo nome agli studi moderni sulla Sindone”. 

Alla cerimonia erano presenti i figli, Marco, Maria Concetta, Giuseppe, Alessandra, Gabriella, i fratelli, Francesco, Carmelo e Mariella e la moglie Adele.

“Mio padre era solito indicare la strada, la strada giusta, la strada maestra – ha detto Marco Rodante, uno dei sei figli del pediatra e sindonologo -. Da oggi il ricordo del dottor Rodante, grazie all’iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Siracusa, si perpetua anche oltre noi presenti. Il suo nome è adesso legato ad una via di questa città che ha tanto amato ed alla quale ha dato tanto. E i suoi studi saranno raccolti negli oltre 260 volumi sulla Sindone che abbiamo donato alla Biblioteca Alagoniana”.

Il dottor Sebastiano Rodante, pediatra, è stato uno dei pionieri degli studi scientifici moderni sulla Sindone, sia nel campo della medicina legale sia in quello degli studi sperimentali sul problema assai complesso delle modalità di formazione dell’impronta umana impressa sul telo sindonico. Le sue ricerche sono note a livello nazionale ed internazionale e costituiscono ancora oggi un punto di riferimento fondamentale per gli studiosi della Sindone.

Ha partecipato, come relatore, a numerosissimi convegni nazionali ed internazionali sulla Sindone. Ha pubblicato numerosi libri e articoli scientifici sull’argomento, in particolare sulla rivista “Sindon”, organo ufficiale del Centro Internazionale di Sindonologia.

Nel 1984 è stato nominato Delegato per la Regione Sicilia del Centro Internazionale di Sindonologia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo