Siracusa, la Convenzione dei Diritti dei Bambini compie 30 anni. Mangiafico: “gesti concreti in città”

Tre le idee proposte dal vicepresidente del Consiglio comunale

A giorni ricorre una data significativa da segnare sul calendario. Il prossimo 20 novembre, infatti, la Convenzione internazionale per i diritti dei bambini compie trent’anni.

Sarebbe bello se, oltre le legittime cerimonie e l’organizzazione di eventi attorno al tema, potesse restare alla cronaca anche un gesto concreto, dal valore simbolico – dice il vicepresidente del Consiglio comunale, Michele Mangiafico – Di seguito alcune idee che mi vengono in mente in considerazione di quanto accaduto negli ultimi mesi: partecipare al bando regionale per il finanziamento delle aree a verde per bambini, che scadeva lo scorso 30 ottobre e la cui scadenza è stata prorogata, guarda caso, al 22 novembre, consentendo alle Amministrazioni che non hanno ancora trasmesso una proposta di riuscire comunque a competere per rintracciare significative risorse esterne da destinare ai più piccoli della comunità; ripristinare il parco giochi ubicato in piazza dei caduti del conte rosso a Cassibile, dove i giochi dei bimbi sono stati vandalizzati da mesi e i più piccoli della comunità attendono un segnale da parte dell’amministrazione, che dallo scorso 29 agosto è stata dotata di risorse da destinare anche a questo obiettivo; scegliere un istituto della nostra comunità dove donare le borraccette a tutti i bambini, come già avvenuto in altri comuni del nostro Paese, quale gesto dal valore simbolico di un cambio di passo generazionale verso un mondo che sarà privo di plastica. Guardo al primo cittadino, da sempre sensibile verso le nuove generazioni, affinché una o più di queste idee possano trovare attuazione, andando oltre la pur importante rappresentazione di momenti celebrativi che certamente arricchiranno l’insieme degli eventi legato al 20 novembre”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo