In tendenza

Siracusa, la fiducia del virologo Pregliasco: “Eventi avversi, ma il vaccino è efficace”

“La campagna ha ridotto i ricoveri dell’80% – dice Pregliasco - Ad oggi contiamo solo 4 decessi che sembrano essere collegati direttamente al vaccino”

“Non ci sono test particolari da effettuare perché non c’è una predisposizione legata a rischio trombosi o ad altre situazioni”. Sono queste le parole del virologo Fabrizio Pregliasco in merito alla vicenda di Stefano Paternò, il militare morto ad Augusta poco dopo la somministrazione di AstraZeneca. (Qui l’intervista video)

Il 43enne, secondo una perizia dei consulenti della Procura di Siracusa, aveva già avuto il covid (inconsapevole e asintomatico), motivo per il quale aveva quindi sviluppato una relazione anticorpale e valori tre volte superiori al normale. Pregliasco, però, sembra pensarla diversamente dai tecnici della Procura aretusea che, mettendo nero su bianco la causa della morte di Stefano Paternò, portano a pensare la necessità di almeno un test Covid prima della somministrazione del vaccino, quest’ultimo unico antidoto contro la pandemia.

“La campagna ha ridotto i ricoveri dell’80% – continua Pregliasco – Ad oggi contiamo solo 4 decessi che sembrano essere collegati direttamente al vaccino”. Eppure i dubbi su AstraZeneca sono stanti, probabilmente dovuti anche ai vari pareri dettati dal Cts. AstraZeneca è stato immediatamente consigliato per gli under 60 poi l’apertura agli over e i primi casi di cronaca. Altra pausa e ancora diverse disposizioni per il suo utilizzo: raccomandato per gli over 60.

Poi la morte della 18enne appena vaccinata col siero anglosvedese e il comitato tecnico scientifico detta la nuova linea: AstraZeneca solo per gli over 60. Un fatto che potrebbe rallentare la campagna vaccinale che in Sicilia, almeno fino ad ora, è andata molto bene. “Fino a questo momento gli hub siciliani hanno contribuito ad accelerare sul numero di vaccinati – assicura Pregliasco – nonostante le nuove indicazione del Cts, però, non ci dovrebbero essere cali importanti perché in tutta l’Italia prossimamente arriveranno grandi quantità di vaccini”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo