In tendenza

Siracusa, “La lunga notte di Emma”: domani la presentazione del libro per la Giornata internazionale contro l’omolesbotransbifobia

Protagonista del racconto la piccola Emma, le cui avventure tra le vele del vascello di Uncina, sul dorso di un terribile drago volante o, ancora, a cena con una coppia di vampiri, l’aiuteranno a scoprire nuove chiavi di lettura della realtà

E se i cattivi delle favole non fossero, in realtà, poi così cattivi? A questa domanda amletica provano a rispondere Dario Accolla e Eugenia Nicolosi, autori del racconto illustrato per adulti e bambini “La lunga notte di Emma” edito da Splēn edizioni che verrà presentato domani, martedì 17 maggio Giornata internazionale contro l’omolesbotransbifobia, alle 18 nella sede Arci di Siracusa in piazza S. Lucia, 20.

Protagonista del racconto la piccola Emma, le cui avventure tra le vele del vascello di Uncina, sul dorso di un terribile drago volante o, ancora, a cena con una coppia di vampiri, l’aiuteranno a scoprire nuove chiavi di lettura della realtà. Il libro, scritto a quattro mani da Accolla e Nicolosi prova a sottolineare l’importanza e a rendere intellegibili a tutte e tutti temi quali: l’uguaglianza di genere, l’animalismo, l’ambientalismo, la migrazione, le guerre, i diritti lgbtqia+ e la body positivity. “La lunga notte di Emma” è un libro pensato per l’infanzia ma anche per tutti quei bambini e bambine che, già grandi, desiderano osservare le realtà da un punto di vista altro. Emma è una bambina che vive in città con la sua famiglia, una notte però le capita l’occasione di sperimentare il coraggio e di affrontare le sue paure. Si lancia così in un viaggio cadenzato da incontri e confronti con alcuni degli oscuri personaggi delle favole e delle fiabe più famose.

Il lupo cattivo, la matrigna, la strega, i vampiri e i tanti altri e le altre outsider che abitano la foresta insegneranno a Emma che le differenze sono una ricchezza e che quanto viene detto tra le strade del Villaggio non è sempre la verità. Ciascuno di essi incarna uno stereotipo, uno stigma e al tempo stesso la rivendicazione di un diritto mentre il Villaggio è la rappresentazione semplificata delle ipocrisie e degli schemi imposti dalla cultura dominante nelle società occidentali. Il pubblico adulto intercetterà con facilità le questioni sollevate dal volume mentre i piccoli lettori e le piccole lettrici vivranno emozionanti momenti tra paesaggi incantati, castelli colorati e isole esotiche. A ideare e firmare le tavole con le immagini è l’illustratore e fumettista Arjuna Foti che ha usato la tecnica della pittura digitale.

“Abbiamo la convinzione che gli stereotipi, siano essi di genere, razziali o inerenti all’identità sessuale vadano affrontati e scardinati sin dalla più tenera età – spiegano Dario Accolla ed Eugenia Nicolosi – allo stesso tempo pensiamo che bambine e bambini vadano sensibilizzati su altri temi come il diritto alla libera migrazione, il rispetto per l’ambiente e i diritti degli animali. Un percorso necessario per la formazione di individui che crescano e agiscano nel pieno rispetto di tutto ciò che è altro da sé. Pensiamo inoltre che non si sia mai troppo grandi per confrontarsi da pari a pari con la realtà che ci circonda e con tutte le meravigliose creature che la abitano. Se la storia ci ha insegnato qualcosa negli ultimi secoli, – concludono Accolla e Nicolosi – è che l’idea che l’Uomo sia il centro di tutto e in cima alla piramide sociale si porta dietro delle tossicità con le quali non è più sano convivere”.

La presentazione del libro, terzo appuntamento nell’ambito del percorso di avvicinamento al Siracusa Pride 2022, sarà condotta dalle giornaliste Nadia Germano e Alessia Zeferino, in concomitanza con l’incontro nello spazio antistante di piazza S. Lucia i volontari e volontarie di Arciragazzi 2.0 e Zuimama Arciragazzi si intratterranno con letture animate bambine e bambini e quante e quanti vorranno tornare alla propria infanzia. Il Siracusa Pride è organizzato e promosso da ArciGay Siracusa e Stonewall Glbt Siracusa, in collaborazione con: Amnesty International – Gruppo Italia 85, Arci, Arciragazzi Siracusa 2.0, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Centro Antiviolenza Ipazia, Cgil, Cobas Scuola Siracusa, Cobas pubblico impiego Siracusa, No all’Odio – Movimento di contrasto ai discorsi d’Odio, Rete Degli Studenti Medi – Rete Emporwerment Attiva, Uil, Unione Degli Studenti Siracusa, Zuimama Arciragazzi, Oltre Frontiere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo