Siracusa, la morte di Michele Marchese. Numerosi gli attestati di cordoglio, domani i funerali

Era lo storico presidente di Casartigiani Siracusa

Si è spento ieri all’età di 88 anni Michele Marchese, storico presidente di Casartigiani Siracusa. I funerali avranno luogo domani, mercoledì 15 gennaio, alle 15,30 nella chiesa di Santa Lucia del Sepolcro, camera ardente nella sala del commiato in via Agrigento 10. Numerosi gli attestati di cordoglio da parte del mondo politico e dalle associazioni datoriali di categoria.

“Michele Marchese è stato un rappresentante della nobile categoria degli artigiani capaci di innovare e di operare, con spirito imprenditoriale, per il bene della sua comunità. In questo senso, fu appassionato del suo lavoro ma uguale passione profuse, come leader di Casartigiani attivo negli organismi della Camera di commercio, consigliere comunale e assessore, nella cercare e proporre soluzioni per la crescita economica e sociale di Siracusa. Alla sua famiglia il cordoglio mio personale, della città e dell’amministrazione comunale”. Lo ha dichiarato il sindaco, Francesco Italia.

A esprimere cordoglio anche il deputato regionale Giovanni Cafeo: “ Con la scomparsa di Michele Marchese, presidente di Casartigiani Siracusa e uomo di acume ed intelletto non comuni, la nostra comunità è da oggi senza dubbio impoverita, perché mancheranno al dibattito cittadino le sue idee e i suoi interventi arguti e sempre sul pezzo. Esprimo tutta la mia vicinanza alla famiglia per questa perdita così dolorosa”.

A intervenire sono Innocenzo Russo, presidente provinciale di Cna Siracusa e Pippo Gianninoto, segretario provinciale: “Con la scomparsa di Michele Marchese, Siracusa perde un pezzo della storia della rappresentanza imprenditoriale in città, oltre ad un uomo dal forte senso delle istituzioni e dal grandissimo carisma. CNA Siracusa esprime profondo cordoglio per questa perdita ed è vicina al dolore della famiglia. Il mio ricordo personale è legato ad oltre 30 anni di battaglie comuni – aggiunge Gianninoto – non sempre dalla stessa parte, ma sempre con lealtà e per il fine comune del bene delle imprese del nostro territorio. Sono convinto che l’eredità del suo intenso operato lascerà ancora per molto tempo traccia nella nostra città”.

“Con la scomparsa di Michele Marchese Siracusa perde un punto di riferimento storico, autorevole, di grande competenza e adamantina onestà. Io perdo un caro amico, prodigo di consigli e anche di critiche ogni tanto, sempre mosso dall’affetto nei confronti della sua città – le parole della parlamentare Stefania PrestigiacomoCon lui perdiamo un pezzo di memoria, una grandissima intelligenza, una umanità infinita.  L’artigianato siracusano è orfano di un leader, Siracusa di un uomo speciale che molto ha dato alla sua comunità e il cui ricordo sarà d’esempio a chi vorrà fare cose buone e concrete per la nostra terra”.

Con la scomparsa di Michele Marchese – dice Vincenzo Vinciullo eccezionale interprete di una stagione sicuramente positiva per l’economia aretusea, Siracusa perde un uomo di straordinario valore morale e politico, sempre al servizio della città e delle categorie produttive che ha sempre rappresentato con raro garbo umano ed istituzionale.Alla famiglia e a quanti lo conobbero ed apprezzarono il mio cordoglio personale, unito al dolore per la perdita di un amico vero e sincero”.

La Consulta delle associazioni datoriali di categoria della provincia di Siracusa vuole ricordare Michele Marchese tra le figure importanti per la rappresentanze delle istanze non solo degli artigiani, ma delle imprese locali. Tutte le associazioni, rappresentate nella consulta, esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa del titolare di Casartigiani. “Tantissime le battaglie che ha sempre voluto portare avanti con forza e determinazione per gli interessi ed il benessere dell’intero territorio, non ultime da componente della Giunta Camerale della Camera di commercio del Sud Est Sicilia, dove rappresentava un importante punto di riferimento. La sua scomparsa costituisce, pertanto, una grave perdita, non solo da un punto di vista umano, per il profondo affetto che tutti nutrivano nei suoi confronti, ma per l’impegno, l’intelligenza e la passione con cui svolgeva sempre il suo ruolo. Si è spento all’età di 88 anni – ha dichiarato il portavoce della Consulta, Elio Piscitello – e noi lo ricorderemo sempre con il suo modo di fare, di chi aveva visto tanto dalla vita al punto da poter consigliare anche nuove forme di partecipazione attiva alla vita della comunità”.

La Fondazione Siracusa è Giustizia esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia per la perdita di Michele Marchese, “uomo di grande generosità ed enorme esperienza, non solo per la categoria che da anni ha rappresentato ed onorato ma per quanti hanno avuto la fortuna di conoscerlo – dice il presidente Ezechia Paolo Reale – Tutta la Fondazione Siracusa è Giustizia ricorda l’entusiasmo con cui aveva aderito alla sua nascita. Ne fu per questo, come presidente di Casartigiani, uno dei fondatori e fu sempre tra coloro che con più attenzione ha seguito e supportato l’attività non facendo mai mancare la sua presenza ed i suoi preziosi consigli”.

Con la scomparsa di Michele Marchese le imprese artigiane e il sistema imprenditoriale di Canicattini Bagni perdono un punto di riferimento importante, per la cui crescita ha sempre lavorato da Presidente di Casartigiani e da componente degli organismi camerali. La sua scomparsa ci priva di un interlocutore serio e preparato nel difficile percorso di costruzione e sviluppo dell’economia locale e del territorio ibleo – le parole di Marilena Miceli, sindaco di Canicattini Bagni, e Paolo Amenta, presidente del Consiglio comunale -. A nome nostro personale, dell’Amministrazione comunale, del Consiglio comunale e della città di Canicattini Bagni, esprimiamo vicinanza e profondo cordoglio alla famiglia”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo