In tendenza

Siracusa, la nomina di Milena Contento nel cda Ias “scontenta” il Pd. Che chiede l’intervento del segretario Adorno |Replica il segretario

Lettera dei dirigenti Enzo Pupillo, Giovanni Giuca, Salvo Sbona, Francesca Furfaro, Giuseppe Demma, Gaetano Cutrufo, Tanino Firenze

La nomina di Milena Contento (componente dell’Assemblea Provinciale del Pd, dirigente del Pd di Augusta nonché consigliere comunale eletta in una lista civica) in seno al Consiglio di Amministrazione dell’Ias ad opera del Governo Regionale di centro destra del presidente Nello Musumeci, per tramite del commissario straordinario all’Asi incaricato dallo stesso Musumeci, non piace a una fetta importante del Partito democratico.

“Oltre a creare imbarazzo, pone una domanda alla quale il Pd deve dare una risposta vera, credibile e certa. Vera perché il Pd non può essere ambiguo né nei confronti degli iscritti né tanto meno nei confronti dell’opinione pubblica. Credibile perché le giustificazioni devono basarsi su fatti inoppugnabili. Certa in quanto dovrebbe essere resa dalla stessa Contento in piena responsabilità e assoluta lealtà – scrivono i dirigenti Enzo Pupillo, Giovanni Giuca, Salvo Sbona, Francesca Furfaro, Giuseppe Demma, Gaetano Cutrufo, Tanino Firenze – Tale incarico esercitato per conto del Governo Regionale, infatti, rende incompatibile la permanenza nel partito con ruoli dirigenziali. La dichiarazione del Segretario Provinciale aggiunge dubbi e perplessità sulla nomina, limitandosi a una mera presa d’atto dell’accaduto e al disconoscimento della paternità. Tale dichiarazione non è sufficiente a dare dignità all’azione del partito, permanendo nei dirigenti e nei militanti un grande imbarazzo accentuato dal fatto che nessuna iniziativa è stata sinora intrapresa dal segretario provinciale per pervenire a un chiarimento dell’accaduto. Un atteggiamento ipocrita toglierebbe ancora più credibilità al nostro partito. Occorrono verità e consequenziali atti di chiarezza per evitare interpretazioni malevole. Ci aspettiamo dal segretario provinciale, con immediatezza, una forte iniziativa politica, accompagnata da provvedimenti consequenziali, a tutela del decoro del partito e della dignità di tutti noi”.

E quindi la palla passa al segretario provinciale del Partito Democratico di Siracusa, Salvo Adorno, che di recente ha evidenziato “la mancanza di criteri di trasparenza e competenza nelle precedenti nomine” sottolineando come la nomina di Contento non fosse espressione del Pd, “che la disconosce, non è infatti passata dalla discussione interna del partito”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo