In tendenza

Siracusa, la piccola Anna in Vaticano, benedetta da Papa Francesco con un bacio in fronte

Durante il giro sull'auto in mezzo alla folla, Papa Francesco ha deciso di fermarsi intenzionalmente e rispondere alla richiesta del giovane papà di benedire la loro figlia Anna Castalia Orefice, di appena 13 mesi

Erano oltre 80mila gli adolescenti che il 18 aprile hanno incontrato Papa Francesco in piazza San Pietro, per il primo incontro del Papa in Vaticano con i giovani italiani dopo la lunga sosta dovuta alla pandemia. Tra gli 80 mila, però, c’era anche una bimba, molto più piccola, che ricorderà questo giorno per tutta la vita. O ci penseranno i genitori Fabrizio Orefice ed Ersilia Panebianco, canicattinesi e docenti della scuola secondaria di Primo e Secondo grado dell’Istituto “Sacro Cuore” di Siracusa, presenti durante la gita scolastica voluta e guidata dal dirigente scolastico Suor Catherine Caning.

Durante il giro sull’auto in mezzo alla folla, Papa Francesco ha deciso di fermarsi intenzionalmente e rispondere alla richiesta del giovane papà di benedire la loro figlia Anna Castalia Orefice, di appena 13 mesi.

“Incontenibile la nostra grande emozione e la gioia – raccontano mamma e papà – ci siamo ritrovati a vivere una esperienza unica e indescrivibile. Il Santo Padre ha preso con sé la piccola Anna e dandole un bacio l’ha benedetta. Grande commozione e felicità anche da parte degli studenti e colleghi del Sacro Cuore, che come in una grande famiglia, hanno festeggiato l’evento con un abbraccio e una gioia incredibile e una fratellanza che da anni siamo abituati a vedere. Siamo grati al dirigente scolastico suor Catherine Caning e alla madre generale Suor Ester Mazzarra, dell’istituto Sacro Cuore di Siracusa, per aver reso possibile questo grande miracolo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo