In tendenza

Siracusa la provincia più calda. A Francofonte registrati 45.9 gradi

Quattro giorni di temperature estreme per il settore ionico

Quattro giorni di temperature estreme per il settore ionico, calo termico solo mercoledì. A Catania i giorni tra i più caldi degli ultimi 20 anni, ma è Siracusa la provincia più calda. A Francofonte registrati 45.9 gradi.

Già alle 13.27 ora locale di oggi 22 luglio, con 45,0 °C la stazione SIAS Catania ha superato il massimo valore precedente di temperatura massima della serie iniziata nel 2002 con l’installazione della stazione.
Il massimo valore precedente della stazione, ubicata nell’area Sud del territorio comunale, era stato registrato il 10/08/2021 con 44,4 °C .

Dopo aver interessato più intensamente l’estremo settore occidentale e la fascia meridionale specie di Trapanese, Agrigentino e Nisseno, l’ondata di caldo vedrà in questa seconda fase la prevalenza di venti di Libeccio, con i venti di terra che determineranno il massimo riscaldamento della masse d’aria proprio in prossimità della costa ionica, oltre che nelle pianure e nei fondovalle delle province di Catania, Siracusa ed Enna.

Intensificando ulteriormente il quadro odierno, valori estremi fino a 47 °C potrebbero interessare anche le città costiere di Catania e Siracusa in occasione di cedimenti anche brevi delle brezze marine.

Potrebbero essere superati anche i valori massimi raggiunti nel 1962, nel 1982 e nel 1999.

Anche le temperature minime saranno in sensibile rialzo, con valori lungo la costa previsti tra 27 e 31 °C.

Gli ultimi aggiornamenti dei modelli intanto sembrano scongiurare una prosecuzione dell’ondata di caldo fino a fine mese, prefigurando un cedimento della circolazione attuale già nella giornata di mercoledì, che potrebbe permettere una calo termico di 7-8 °C rispetto ai valori attuali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni