In tendenza

Siracusa, la Regione riconosce la figura di guida ambientale. Soddisfazione di associazioni e sindacati

Marco Mastriani, guida naturalistica: "Finalmente la Sicilia si adegua ad altre regioni d'Italia in materia di professioni turistiche"

Esprimono soddisfazione le diverse associazioni ambientali, culturali e organizzazioni sindacali per il risultato raggiunto dopo diversi mesi di lavoro al fine di poter fare riconoscere la figura di guida ambientale-escursionistica e naturalistica da parte della Regione Siciliana, assessorato regionale del Turismo, dello sport e dello spettacolo che, il 19 gennaio 2021, ha firmato il decreto assessoriale in cui si istituisce l’elenco ricognitivo.

“Dopo diversi interventi stampa in cui chiedevamo l’inserimento della categoria nel bando See Sicily della Regione siciliana, assessorato regionale al Turismo, dello sport e dello spettacolo; – spiega Marco Mastriani, guida naturalistica e operatore turistico – abbiamo inviato lo scorso 2 dicembre 2020 un dossier dettagliato dopo spiegavamo le motivazioni amministrative e giuridiche, con diverse sentenze della Corte Costituzionale a supporto della nostra tesi, della possibilità di istituire un elenco speciale o ricognitivo delle guide ambientali-escursionistiche e naturalistiche anche in Sicilia, al fine di colmare un vuoto amministrativo riguardanti le figure professionali che aspettavamo da 17 anni, ovvero da quando fu approvata la legge regionale n.8 del 3 maggio 2004″.

“Successivamente – continua – abbiamo inviato una ulteriore lettera all’amministrazione regionale in cui fornivamo ulteriormente alcune motivazioni, in termini di legge, del riconoscimento della figura professionale della guida ambientale-escursionistica e naturalistica, così come già fatto dalla Regione Emilia Romagna con la legge n.4 del 2000 e in ultimo dalla Regione Toscana con la legge regionale n.24 del 2018″.

Le associazioni ambientali, culturali e organizzazioni sindacali che hanno sostenuto questa iniziativa sono: Ente fauna Siciliana, Unione Generale dei Consumatori Sicilia, Ugt-Utl Siracusa (Unione Generale del Lavoro), A.S.D. Camminare Peloritani, Associazione Culturale Universitari di Siracusa Le Aquile di Prometeo, associazione Profumi di Sicilia, associazione culturale Tempo, centro turistico giovanile Sicilia, Forum A21 locale Noto.

Potranno chiedere di essere iscritti all’elenco ricognitivo delle guide ambientali-escursionistiche e naturalistiche operanti in Sicilia, coloro che possiedono i requisiti professionali necessari per l’esercizio dell’attività, ovvero coloro che abbiano sostenuto specifici corsi di formazione o che abbiamo sostenuti corsi specifici presso associazioni di categoria riconosciute dal ministero dello Sviluppo economico.

“Siamo soddisfatti del risultato raggiunto con tutte le associazioni e organizzazioni sindacali – dichiara Mastriani – che hanno voluto sostenere questa iniziativa di dignità professionale per una categoria che aspettava questo legittimo riconoscimento da diversi anni e al contempo chiediamo alla Regione Siciliana di fare un ulteriore intervento normativo con l’approvazione di alcune modifiche come da noi proposte alla legge regionale n.8 del 3 maggio 2004 e si consenta per esempio anche a coloro che siano in possesso di un diploma di laurea in discipline biologiche e naturali, ambientali, geologiche, agrarie e forestali, così come era previsto dall’articolo 6 della precedente legge regionale n.8 del 3 maggio 2004 poi abrogato con la legge regionale del 18 marzo 2016.”

“Finalmente la Sicilia si adegua ad altre regioni d’Italia in materia di professioni turistiche – conclude Mastriani – e questo consente di riconoscere una maggiore dignità lavorativa ai tanti operatori del settore che da anni operano per far conoscere, tutelare e promuovere le tante aree naturali e protette esistenti in Sicilia”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo