In tendenza

Siracusa, “La sicurezza si programma”: incontro-dibattito promosso da Confcommercio e associazioni antiracket

A procedere con un'analisi dei fenomeni manifestatisi sarà Paolo Blanco, imprenditore commerciante nel suo ruolo istituzionale di rappresentante legalità di Confcommercio Siracusa

Un documento da strutturare, un unico obiettivo da raggiungere, necessario per tutti gli attori del nostro territorio, da quelli istituzionali alla forze economiche, collaborando con i garanti della sicurezza e con gli organismi amministrativi: questo il fine dell’incontro-dibattito promosso da Confcommercio Siracusa e dalla Federazione delle Associazioni Antiracket e Anti Usura Italiane, che sarà ospitato nella sede aretusea della Camera di Commercio del SudEst Sicilia, lunedì 18 ottobre alle 11.

“La Sicurezza si Programma” – questo il titolo dell’evento – nasce come conseguenza dei recenti casi di cronaca locale e degli episodi delinquenziali susseguitisi nel corso degli ultimi mesi: l’associazione che rappresenta grandemente gli operatori economici della città invita così istituzioni, politica, forze dell’ordine e cittadinanza attiva ad un confronto sul tema della sicurezza per programmare azioni comuni da mettere in campo.

A procedere con un’analisi dei fenomeni manifestatisi sarà Paolo Blanco, imprenditore commerciante nel suo ruolo istituzionale di rappresentante legalità di Confcommercio Siracusa; parimenti, Alessandro Cassarino, anch’egli commerciante, darà testimonianza di quanto accodutogli recentemente e rappresentando l’associazione F.A.I. – Federazione delle Associazioni Antiracket e Anti Usura Italiane – di cui è esponente nella sezione “Salvatore Raiti” di Siracusa. Non solo una dichiarazione dei fatti che purtroppo hanno ultimamente caratterizzato le notizie di cronaca locale ma anche, e soprattutto, una proposta di intervento e di azione concreta, sviluppata dalla sinergia con tutte le forze del territorio. Un’idea nuova per affrontare il tema della sicurezza; il presidente provinciale di Confcommercio, Elio Piscitello, cercherà, infatti, il confronto con gli stakeholder del territorio, spinto da ciò che avvenuto per andare oltre: formazione, collegamenti rapidi con le forze di polizia, riunioni per comprendere il sentimento dei commercianti, saranno i contenuti della proposta.

Confcommercio Siracusa aveva già manifestato la propria disponibilità ad organizzare attività a supporto degli interventi di prevenzione degli organi di controllo e, con questo appuntamento, intende lanciare un segnale chiaro: costruire un fronte comune attraverso la collaborazione massiva di tutti gli esponenti del territorio contro la criminalità e sempre al fianco delle imprese.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo