In tendenza

Siracusa, la tonnara di Santa Panagia e la sua storia al centro dell’incontro settimanale al parco della Neapolis

L'opera di Federico Fazio, attraverso la rilettura delle fonti bibliografiche e l'analisi della documentazione archivistica, permette di fare luce sulle principali trasformazioni architettoniche della tonnara di Santa Panagia

La tonnara di Santa Panagia e le sue vicende storiche saranno l’argomento lunedì 20 settembre alle 18 del settimanale incontro culturale del Parco Archeologico di Siracusa nello spazio dell’anfiteatro romano, nell’area monumentale della Neapolis a Siracusa.

“I luoghi del tonno. Santa Panagia e le tonnare della Sicilia sud-orientale” di Federico Fazio, attraverso la rilettura delle fonti bibliografiche e l’analisi della documentazione archivistica, spesso correlata ai dati raccolti con sopralluoghi, permette di fare luce sulle principali trasformazioni architettoniche della tonnara di Santa Panagia nell’intervallo tra il XVII e il XX secolo con un’attenzione particolare agli aspetti economici in generale, ai cantieri e alla loro organizzazione. Il libro puntualizza inoltre il rapporto tonnara/area suburbana, prendendo in esame i grandi complessi di Avola, Marzamemi e Capo Passero distanti tra loro sia dal punto di vista cronologico che geografico.

Federico Fazio laureato in Architettura, dopo l’abilitazione professionale ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell’Architettura e della Città. Nel 2018 ha vinto una borsa di studio di alta formazione presso l’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del CNR di Catania. Attualmente è assegnista di ricerca presso l’ateneo
catanese.

Presenteranno il volume Beatrice Basile, già Soprintendente ai Beni Culturali di Siracusa e Fausto Carmelo Nigrelli, e Presidente della Struttura Didattica Speciale di Architettura dell’Università di Catania, con sede a Siracusa.

L’ingresso è consentito liberamente fino a esaurimento posti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo