In tendenza

Siracusa, “L’alfabetiere di tutti”: la solidarietà verso i diversamente abili comincia a scuola

All’istituto Paritario Sacro Cuore di Siracusa è iniziato tre anni fa, dalla prima elementare, un progetto di solidarietà sociale per insegnare i linguaggi diversi di comunicazione.
I bambini di quella scuola  hanno iniziato con l’ alfabetiere combinato con linguaggio Lis (linguaggio dei segni) e Braille (sistema di scrittura e lettura a rilievo per non vedenti).

La didattica laboratoriale  di “linguaggi diveramente belli” , coordinata  dal prof. Antonino Amore e dalla docente  Daniela Piazza  ha saputo valorizzare le “diversità” sotto forma di gioco e scoperta nell’ottica di una formazione inclusiva ai bisogni educativi speciali.

Poter comunicare con tutti è un momento importante della formazione – ha dichiarato Suor Ester, Preside della Scuola – che favorisce le relazioni interpersonali e la partecipazione   sociale. La solidarietà  infatti si sviluppa se si impara comunicare anche con chi è diversamente abile ed i giovanissimi imparano che  il “diverso” non è poi così diverso dagli altri.

ll rispetto della persona umana è un impegno che inizia in famiglia e prosegue a scuola e noi come agenzia formativa ci impegnamo affinchè  le giovani generazioni  impararino  a guardare l’altro, il bambino diverso, col desiderio di aiutarlo sapendo  comunicare con lui anche se   cieco, sordo o con problemi relazionali.”
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo