In tendenza

Siracusa, lavoratori Gemar: “Noi, senza lavoro, senza ammortizzatori sociali e dimenticati da tutti”

Questa mattina i dipendenti della catena di supermercati hanno dato vota a un sit-in davanti al Tribunale di Siracusa

Sono 60 i lavoratori Gemar che questa mattina si sono dati appuntamento davanti al Tribunale di Siracusa per dare vita a un sit-in che, con ogni probabilità, non sarà l’ultimo.

Il motivo della rivendicazione è legato al fallimento dichiarato lo scorso novembre da parte della catena di supermercati. Da quel momento per loro è cominciato un vero e proprio incubo, economico e morale.

Da mesi, infatti, si trovano in un limbo: senza lavoro, senza alcun ammortizzatore e circondati da silenzi perchè, come raccontano ai microfoni di SiracusaNews, nessuno riesce a dare una spiegazione sul futuro prossimo di questa vicenda che li vede coinvolti. E intano, i risparmi scarseggiano e andare avanti diventa sempre più difficile.

“Adesso chiediamo un incontro in Prefettura”, dice Valeria Nigri, portavoce dei dipendenti. Quest’ultimi sperano di avere risposte il prima possibile, nel frattempo però non si arrendono e continuano a organizzare le prossime mosse per alzare la propria voce.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo