fbpx

Da Siracusa Leonardo Tiralongo è il piccolo inviato di “Striscia” con la rubrica “Ambiente Ciovani”

Su indicazione dei medici, quindi, in chiusura di servizio, il consulente di Striscia raccoglie circa una quarantina di campioni di capelli agli abitanti della zona, per farli esaminare

Dopo la rubrica curata dal giovane divulgatore scientifico Eric Barbizzi, a Striscia la notizia si aggiunge “Ambiente Ciovani”, il nuovo contenitore che vede protagonisti giovanissimi consulenti.

Ieri sera ha debuttato il tredicenne Leonardo Tiralongo, studente delle scuole medie e sindaco dei Ragazzi della città di Siracusa, che spiega come combattere l’intossicazione da metalli pesanti.

Leonardo racconta di Siracusa cole una delle aree industriali più grandi d’Europa, il cosiddetto “Quadrilatero della morte”, con Priolo, Melilli e Augusta. “Lo chiamano così – dice il giovane consulente – perché qui ci si ammala un po’ più che nel resto del Paese: l’inquinamento ambientale fa sì che l’incidenza tumorale sia una delle più alte d’Italia”.

Leonardo, dopo aver raccolto le testimonianze di diversi medici, spiega che, attraverso le terapie chelanti (cure farmacologiche che sfruttano la chelazione per alcune forme di intossicazione dovute a metalli pesanti), si possono eliminare le sostanze tossiche già presenti nell’organismo. Su indicazione dei medici, quindi, in chiusura di servizio, il consulente di Striscia raccoglie circa una quarantina di campioni di capelli agli abitanti della zona, per farli esaminare. I risultati saranno resi noti nel prossimo servizio.

Guarda “Il debutto di “Ambiente Ciovani” con Leonardo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo