In tendenza

Siracusa, l’eredità contesa del marchese di Cassibile: 2 rinvii a giudizio

Oggi, a quasi 3 anni dalla morte, c’e un patrimonio da 30 milioni di euro conteso tra gli eredi naturali e quelli “testamentari”

Sono stati rinviati a giudizio Benalili Ahmed e Rosa Molisina, eredi universali del marchese di Cassibile Silvestro Gutkowski Pulejo Loffredo, scomparso il 29 marzo del 2018, all’età di 92 anni. Il Gup Carmen Scapellato ha accolto la richiesta del Pm Gaetano Bono disponendo quindi il giudizio per i due, fissando l’udienza al 23 dicembre 2021. Oggi, a quasi 3 anni dalla morte, c’e un patrimonio da 30 milioni di euro conteso tra gli eredi naturali e quelli “testamentari”.

Benalili Ahmed, tuttofare, è arrivato in casa Gutkowski negli anni ’80, Molisina era la donna di compagnia. A gennaio del 2017, qualche giorno prima dell’udienza fissata dal giudice e promossa da un nipote per disporre l’interdizione dell’anziano nobile, il marchese fece testamento da un notaio. I due peraltro poco prima si erano fatti rilasciare una procura generale per gestire l’intero patrimonio, cui prima era affidato a Paolo Uccello (tuttofare storico del marchese, che sta affrontando un processo con l’accusa di circonvenzione di incapace per circa 130 mila euro).

Considerate le premesse e i fatti, il nipote presentò una denuncia nel 2018. Venne anche disposta una perizia durante il processo Uccello (ancora non definito) e più di recente pure sui documenti firmati dal marchese per comprendere meglio l’eventuale presunta circonvenzione in entrambi i processi. Adesso si è celebrata l’udienza preliminare conclusasi con il rinvio a giudizio, nel frattempo il cospicuo patrimonio e la gestione delle attività restano sequestrate e affidate a un amministratore giudiziario.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo