In tendenza

Siracusa, l’ex candidata sindaco del M5S Silvia Russoniello entra in “Civico 4”

Oltre all'ex candidata sindaco con il Movimento 5 Stelle entrano a far parte del movimento politico altre due donne: Maria Infantino e Vittoria Aulino

Un ex candidato sindaco al fianco di un candidato sindaco in pectore. Silvia Russoniello ex candidata alla poltrona di primo cittadino con il Movimento 5 Stelle in occasione delle ultime elezioni amministrative, dopo la fuoriuscita dai pentastellati con l’approdo con Italexit di Gianluigi Paragone (altro ex del M5S), e dopo la pandemia che l’ha vista spesso sposare teorie “no vax”, oggi decide di tornare in prima persona in politica, schierandosi al fianco di Michele Mangiafico – che da tempo non nasconde le proprie velleità di candidarsi a sindaco – e al suo movimento politico “Civico 4”.

Il movimento guidato dall’ex vice presidente del Consiglio comunale di Siracusa da tempo ha avviato la propria campagna elettorale, facendo da pungolo (uno dei pochi a dire la verità) all’amministrazione comunale in carica. L’obiettivo è quello di essere in prima linea per il 2023 e per questo “Civico 4” sta già lavorando alle liste per le prossime elezioni amministrative allargando sempre di più il fronte dell’ascolto e della partecipazione.

Dopo aver presentato a giugno le prime personalità che si spenderanno per la candidatura al Consiglio comunale (Valentina Blandini, Maria Grazia Maranci, Maria Luminario, Alberto Restuccia, Giada Surico, Stefano Sardella), adesso è la volta di annunciare l’adesione al movimento di tre nomi già noti in città: Silvia Russoniello, Maria Infantino e Vittoria Aulino.

Dopo tanto tempo e tante riflessioni piacevoli e amare su quelli che sono stati i miei trascorsi da candidata sindaco e da Consigliere comunale – spiega la Russoniello -, è giunto il tempo di rimettermi a disposizione della mia città per dare il mio supporto. Sono sempre andata al cuore dei problemi di Siracusa dal Porto Grande all’erosione costiera, dal Piano di Mobilità Sostenibile all’efficientamento energetico, dalla sicurezza nelle scuole agli annosi problemi sull’inquinamento dei nostri territori, e così via…. con decine e decine di atti, ma la parte “portante” è stata sempre il mettere il Consiglio Comunale e i partiti tutti, di fronte alle loro responsabilità verso i cittadini e verso il futuro del nostro territorio. Adempirò al mio dovere in qualsiasi veste secondo i principi e le norme del “buon senso civico e lealtà”, a cui ho cercato di attenermi in ogni momento della mia esperienza politica. Il mio pensiero, in questo momento, è rivolto a tutti i miei concittadini di ogni età, di ogni condizione sociale, di ogni orientamento politico e, in particolare, a quelli più in sofferenza, che si attendono dalle Istituzioni garanzia di diritti, rassicurazione, sostegno e risposte al loro disagio. Da anni il prolungarsi di uno stato di profonda incertezza politica e di tensioni, le cui conseguenze potrebbero mettere a rischio anche risorse decisive e le prospettive di rilancio della nostra città e provincia, hanno generato condizioni di gravi difficoltà. Mi rimetto a disposizione, con la mia squadra di professionisti che non mi ha mai abbandonata e mi ha sempre sostenuta, per ridare vita a quelle che erano le prerogative del mio programma elettorale che riporterò all’attenzione della cittadinanza. La stabilità di cui si avverte l’esigenza è fatta di dinamismo, di lavoro, di sforzo comune e tutti quelli che vorranno “fare” potranno contare su di me. I tempi duri che siamo stati costretti a vivere ci hanno lasciato una lezione: dobbiamo dotarci di strumenti nuovi per prevenire futuri possibili pericoli globali, per gestirne le conseguenze, per mettere in sicurezza i nostri concittadini. I partiti si guardino attorno, fuori dalle stanze del potere, fuori dalle loro sedi, dai salotti e si rendano conto che il loro dovere è di sostenere le richieste espresse dalla gente, dalla società civile, e di farsi carico della lunga lista di cose che ancora ci sono da fare. Io sono pronta a spendermi per il mio territorio.”

Anche Maria Infantino ha voluto spiegare le motivazioni che l’hanno indotta ad aderire al movimento politico di Michele Mangiafico. “Il mio impegno nel sociale è un impegno sentito, che inizia tanti anni fa con la lotta contro ogni forma di violenza e a favore del diritto alla vita, vicina da sempre alle donne e non solo. Spinta dal desiderio di lottare per ciò che è giusto, per i diritti civili, per la comunità in cui vivo e per l’amore nei confronti della mia città, ho deciso di accettare la proposta di Michele, sperando di riuscire a trasmettere e a dare, con estrema umiltà e coerenza, il mio entusiasmo, la mia passione e, perché no, anche le mie competenze a questo progetto, realizzato e fortemente voluto da persone oneste e per bene, che intendono migliorare il luogo in cui vivono.”

Per Vittoria Aulino, invece, l’ingresso in “Civico 4” è dettato dalla “complicità nel condividere con Michele alcune tematiche per il benessere della città credo sia ormai arrivato il momento di rimettere attraverso la stabilità delle idee e dei progetti nuovi riflettori sulla città, dettati da determinazione e costanza. Ogni cittadino, ogni piccolo imprenditore, categoria a cui appartengo, sarà ingranaggio positivo se accanto ci sarà una buona Amministrazione, nutrita da scelte lungimiranti nel campo dei servizi, delle figure professionali impiegate, dell’igiene urbana, della cura delle zone balneari, delle strade”.

Di buon grado è stata accolta l’adesione delle tre dal leader del movimento, Michele Mangiafico: “Silvia, Vittoria e Maria rappresentano un valore aggiunto di grande importanza per il cammino di “Civico4” e per il raggiungimento dell’obiettivo di una città concretamente inclusiva e sostenibile. Il loro impegno per temi cruciali, dalle scuole al water front, dalle infrastrutture idriche ai bisogni dei più deboli, sarà determinante sia nella condivisione del programma per la città, sia – tra dieci mesi – nell’azione di governo. Ho apprezzato molto, durante l’esperienza in Consiglio comunale, il piglio di Silvia nello studio e nell’approfondimento delle questioni amministrative, un approccio – sul piano del metodo – che si sposa in pieno con il modus operandi del nostro movimento civico. Civico4 presenterà una lista molto forte per il rientro del Consiglio comunale, nutrita da un numero rilevante di figure femminili, dotate di esperienza e di un riconosciuto consenso elettorale, il che certamente rappresenta un aspetto da sottolineare. In questa direzione sono molto felice per il rinnovato impegno civile e politico di Vittoria, con cui abbiamo già condotto nella medesima lista di provenienza la campagna elettorale del 2018“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo