fbpx

Bollo auto, al via procedura esenzione per i redditi più bassi

Siracusa, linee guida per la ristorazione, il Questore Ioppolo fa chiarezza

Parola d'ordine: responsabilità. Sia per gli esercenti, sia per gli avventori. Tutti chiamati a rispettare le regole del distanziamento sociale ove previsto

Parola d’ordine: responsabilità. Il Questore di Siracusa Gabriella Ioppolo fa chiarezza sui tanti quesiti nati nelle ultime ore per quanto riguarda il comparto della ristorazione. E lo fa partendo da quanto stabilito dalle linee guida delineate dalla conferenza Stato-Regioni sul distanziamento sociale di un metro.

Obbligo assoluto per chi non appartiene allo stesso nucleo familiare, vale a dire madre, padre e figli che vivono sotto lo stesso tetto. Stesso discorso per i conviventi. Distanza obbligatoria di un metro da garantire invece per gli amici e anche per i fidanzati che non siano un “nucleo familiare”, vale a dire dei conviventi. Ovviamente l’esercente non ha l’obbligo di sapere se una coppia sia convivente o meno, ma è ovvio che anche in questo caso lo stesso sia chiamato a un senso di responsabilità distanziando i tavolini, o qualora gli spazi non consentissero il metro di distanza, dotarsi di pannelli per separare gli spazi e i commensali (tra un tavolo e un altro).

Al momento, come precisato dal Questore, le forze di Polizia effettueranno dei controlli che cercheranno di avere – almeno in questa prima fase – una funzione più educativa che repressiva. Sempre ovviamente che non venga meno il buonsenso. Insomma, il ristoratore qualora dovessero presentarsi gruppi di amici, più coppie o più persone che intendono sedersi allo stesso tavolo può garantire il servizio purché tra un avventore e l’altro sia garantito il distanziamento sociale di un metro.

Insomma, le regole sono scritte in modo chiaro, seppur probabilmente imperfetto e ricco di margini di discrezionalità da parte di chi legge e deve provare ad applicarle, e proprio per questo, nonostante la voglia di normalità, ciò che deve prevalere è il rispetto delle norme sanitarie facendo affidamento – commercianti e avventori- di… responsabilità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo