In tendenza

Siracusa, mancano anestesisti in Rianimazione all’Umberto I. L’Asp chiede aiuto a Catania

Richiesta accettata dal territorio etneo che concederà personale all'Umberto I

Servono anestesisti al reparto Rianimazione dell’ospedale Umberto I. Una carenza troppo grande da gestire per l’Asp di Siracusa che ha dovuto chiedere aiuto a Catania in un momento così delicato come quello dell’emergenza Covid. Un vero e proprio stress della struttura nel capoluogo siracusano messo nero su bianco in una delibera dell’Asp di Siracusa a firma del direttore generale, Salvo Lucio Ficarra, con la quale si chiede al Cannizzaro di Catania “il reperimento di prestazioni di anestesia e rianimazione”.

Richiesta accettata dal territorio etneo che concederà personale all’Umberto I. Eppure, il problema della carenza di personale non è certamente una novità all’interno del nosocomio. Proprio nei giorni scorsi, il dottore Genovese, primario centro trasfusionale dell’ospedale, aveva riferito ai microfoni di Siracusanews della difficoltà di gestire una mole di lavoro sempre più alta con personale sanitario numericamente scarso.

Per il momento “una toppa” è stata messa da Catania. Ma domani, chissà.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo