In tendenza

Siracusa: Mons. Pappalardo Porta Il Messaggio D’Amore Di Madre Teresa

“Siamo ormai alle soglie del Natale: una ricorrenza tanto attesa e da tutti celebrata dal momento che essa è entrata nelle tradizioni della vita sociale. In questi giorni un certo senso del sacro invade l’animo di molte persone ed il clima di festa si respira un po’ ovunque a motivo degli addobbi che ornano molti dei negozi e delle piazze di città”.

Così apre il discorso degli Auguri Mons. Salvatore Pappalardo, nel suo incontro con le più alte autorità della provincia, che affollavano il salone dell’Arcivescovo perché a questo appuntamento di auguri non ha voluto mancare proprio nessuno.
Il nuovo Arcivescovo ha ricordato i valori cristiani della Festa ed il senso della nascita spirituale degli animi, con un’attenzione anche alla grave crisi economica che stiamo vivendo tutti, “.. e se il Bambin Gesù nasce nel nostro cuore allora nulla è perduto perché tutto possibile a Dio. Se facciamo spazio a Dio, possiamo sperimentare la salvezza, il recupero dei valori umani e spirituali, il superamento di ogni crisi finanziaria o sociale che sia”.

Senza dimenticare i grandi esempi dei Santi “.. Pensiamo a San Paolo, a Santa Lucia, a San Sebastiano, a San Francesco d’Assisi, a Giovanni Paolo II, a Madre Teresa di Calcutta. Essi hanno fatto la loro parte diventando culla dell’amore di Dio”.

E ha voluto concludere con le parole di Madre Teresa di Calcutta:
“Faccio mio l’augurio che Madre Teresa di Calcutta faceva a Natale: “E’ Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tieni la mano. E’ Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l’altro. E’ Natale ogni volta che speri con quelli che disperano. E’ Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti. E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere in te e poi lo doni agli altri”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo