fbpx

Siracusa, nascondeva in auto pistola e munizioni: in manette un ristoratore

L'uomo è stato tradotto in carcere

I Carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Siracusa, in collaborazione della stazione di Ortigia, hanno tratto in arresto nei giorni scorsi Francesco Pellizzeri, noto ristoratore di Siracusa, per detenzione e porto illegale d’arma e munizioni.

Pellizzeri era stato dapprima notato mentre con fare sospetto parcheggiava l’autovettura nei pressi del Tribunale di Siracusa e, successivamente, atteso nel prelevarla, sottoposto a perquisizione personale, veicolare e domiciliare. In particolare nell’abitacolo dell’auto è stata rivenuta ben occultata una pistola revolver, marca Smith & Wesson, calibro 38 sp, provvista di munizionamento come pure un coltello a serramanico della lunghezza di 18 centimetri complessivi e lama di 8 centimetri, mentre nell’abitazione sono stati rivenuti ulteriori 34 proiettili calibro 9 x 21. La pistola revolver sarà inviata presso il Ris di Messina per gli accertamenti di rito. Frattanto il Pm di turno, Stefano Priolo, con l’avvallo del Procuratore Sabrina Gambino, convalidava l’arresto in flagranza di reato poi confermato dal locale Gip che applicava la misura cautelare in carcere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo