Siracusa, oltraggiò il Pm in udienza: condanna di un anno per l’avvocato Calafiore

L'avvocato è stato condannato a Messina per aver tenuto un comportamento irriguardoso durante un'udienza nei confronti di un Pm della Procura di Siracusa

Condannato alla pena di un anno Giuseppe Calafiore per il reato di oltraggio a magistrato in udienza. L’avvocato siracusano già protagonista del “Sistema Siracusa”, in quanto ritenuto dalle procure di Messina e Roma uno dei dominus con il collega Piero Amara, ha ricevuto la condanna in secondo grado dalla Corte di Appello di Messina per aver tenuto un comportamento irriguardoso durante un’udienza nei confronti del Pm della Procura di Siracusa, Tommaso Pagano.

Secondo l’articolo 343 del Codice Penale, infatti, “chiunque offende l’onore o il prestigio di un magistrato in udienza è punito con la reclusione fino a 3 anni”. Appare ovvio il ricorso in Cassazione da parte dei legali di Calafiore, così da evitare che la sentenza di condanna passi in giudicato. Anche in virtù del fatto che l’avvocato ha già patteggiato a Roma una pena di 2 anni e 9 mesi per corruzione in atti giudiziari e attende l’esito del patteggiamento a Messina, dopo che l’ultima proposta di 9 mesi e 2 giorni è stata ritenuta non congrua dal Gup, poi ricusato.

Proprio per questo l’udienza del 17 gennaio scorso è stata rinviata e si resta in attesa della nomina di un nuovo giudice che dovrà valutare la congruità o meno dell’accordo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo