fbpx

Riapertura di nidi e materne: approvate le linee guida per la ripresa delle attività

Siracusa, patto Stato-Raffinazione: approvato emendamento al decreto Rilancio

L'emendamento è a firma del deputato nazionale Stefania Prestigiacomo. Soddisfazione è stata espressa da Diego Bivona, presidente Confindustria Siracusa

Questo pomeriggio, in commissione Bilancio alla Camera, è stato votata ed inserita nel decreto legge Rilancio la norma che prevede la realizzazione del Patto Stato-Raffinazione per destinare una quota percentuale di accise ed iva versate allo Stato dalle raffinerie e bio-raffinerie italiane agli investimenti legati alla transizione energetica e allo sviluppo sostenibile.

“Sostenere un settore chiave specie per il mezzogiorno, promuovere la transizione verso le energie pulite e l’industria ambientalmente e socialmente sostenibile: questo l’obiettivo dell’emendamento che ho presentato al decreto rilancio e che è stato approvato dal Parlamento”
Lo afferma Stefania Prestigiacomo prima firmataria dell’emedamento di Forza Italia sul “Patto Stato-Industria” della raffinazione.
“Il provvedimento- spiega Prestigiacomo – punta a dare respiro al Mezzogiorno dove, da oggi, gli investimenti da parte delle imprese del settore della raffinazione e della bioraffinazione avverranno attraverso quota parte del gettito delle accise e dell’Iva. Si tratta di un modo concreto per incentivare lo sviluppo industriale, oltre che per sostenere i livelli occupazionali di un’area del Paese troppo a lungo abbandonata a sé stessa e alla quale il governo non ha sempre guardato con la giusta attenzione”.
“La misura – conclude la Prestigiacomo – si inquadra in una cultura industriale moderna e attenta alla salute dei territori e agli impegni internazionali sull’ambiente e sul clima”.

“L’emendamento – ha detto Diego Bivona, presidente di Confindustria Siracusa – fortemente voluto da più rappresentanti del nostro territorio e fatto proprio dal deputato nazionale Stefania Prestigiacomo, che ringrazio, che lo ha presentato insieme ad altri parlamentari, punta a sostenere la crescita, gli investimenti per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica del nostro territorio. Assicurare un futuro alle nostre produzioni e sostenere l’occupazione, in questo periodo post- Covid, rappresenta un risultato di enorme rilevanza. Adesso  chiedo di mantenere l’azione corale e il gioco di squadra per il raggiungimento di obiettivi di crescita e sviluppo condivisi ”.

Entro 30 giorni il ministro per lo Sviluppo economico dovrà attivare il tavolo tra le parti per rendere attuativo il provvedimento di legge.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo