fbpx

Siracusa, perizia sul Caravaggio. Nessuna macchia di umido, opera in buone condizioni

Oggi, inoltre, sarà effettuata la perizia sul Guinaccia, anch'esso conservato all'interno della chiesa di Santa Lucia alla Badia

Il Seppellimento di Santa Lucia è in buone condizioni. Certo, si tratta solo di un giudizio a “prima vista”, ma sicuramente l’opera non presenta rigonfiamenti o esfoliazioni, ma solo piccole parti di colore indebolite dall’effetto della colla sulla tela

Queste le prime voci che corrono all’interno della Chiesa di Santa Lucia alla Badia dove, da ieri, sono cominciate le operazioni di perizia sull’opera la quale, dietro eventuale parere favorevole della Sovrintendenza, potrebbe essere trasportata a Rovereto per una mostra al Mart organizzata da Vittorio Sgarbi.

Quest’ultimo, proprio durante un’intervista rilasciata a Siracusanews, ha riaperto il dibattito sulla destinazione finale del dipinto. Il dilemma è sempre uguale da anni: Santa Lucia alla Badia per avere più visibilità oppure Santa Lucia al sepolcro per poter contestualizzare l’opera?

Ebbene sulla seconda ipotesi convergono pareri positivi molteplici, tra cui anche quello di Vittorio Sgarbi e Fabio Granata, assessore comunale alla Cultura. Il motivo è da ricercare anche, ma non solo, in una macchia di umido tanto chiacchierata nella parte posteriore della tela che sarebbe stata provocata dalle condizioni atmosferiche del luogo dove attualmente il quadro si trova. Macchia ampiamente smentita dal primo sopralluogo di ieri. Un fatto che cambia tutto il punto di vista della vicenda in quanto il quadro potrebbe non avere bisogno di un restauro importante, ma solo di piccoli interventi, per cui potrebbe partire senza troppi intoppi.

Ovviamente si tratta, come detto, di un giudizio a “prima vista”. Adesso bisognerà confrontare le radiografie effettuate ieri con quelle vecchie, di repertorio, per poi poter dare un giudizio più concreto sulle condizioni del quadro.

Oggi, inoltre, sarà effettuata la perizia sul Guinaccia, anch’esso conservato all’interno della chiesa di Santa Lucia alla Badia.

Il resoconto di tutte queste operazioni potrebbe essere diffuso domani pomeriggio, alle 15,00, nella sala Ipostila del Castello Maniace. Alla conferenza interverranno Vittorio Sgarbi, presidente del Mart, Francesco Italia, sindaco di Siracusa, Alberto Samonà, assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana, Mirko Bisesti, assessore alla Cultura della Provincia autonoma di Trento, Benedetto Fabio Granata, assessore alla Cultura del Comune di Siracusa, Stefano Candiani, già sottosegretario agli Interni con delega al FEC (Fondo edifici di culto), Silvia Mazza, storica dell’arte, coordinatrice tecnica delle procedure inerenti il prestito, Gianfranco Zanna, presidente Legambiente Sicilia, Luana Aliano, presidente provinciale dell’associazione «SiciliAntica» di Siracusa, Franco Fazzio, restauratore, esperto dell’opera.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo