fbpx

Siracusa, presa a sassate l’auto del consigliere Castagnino

Ignoti ieri sera hanno preso a sassate lo sportello e il tettuccio della vettura e poi rigato la fiancata e il cofano anteriore della stessa

foto di repertorio

Vandalizzata l’automobile del consigliere comunale Salvatore Castagnino. Il fatto è avvenuto ieri sera dopo cena in via XX settembre. Secondo quanto riferito dal consigliere, qualcuno con una pietra ha prima lanciato la stessa più volte contro il vetro e contro lo sportello dell’autovettura e successivamente, sempre con la stessa pietra, ha ammaccato più volte il tettuccio dell’auto.

Ma l’atto vandalico non si è fermato qui, perchè gli autori hanno anche rigato tutta la fiancata dell’auto e il cofano anteriore della stessa, causando danni ingenti. Castagnino ha quindi avvertito la Polizia di Stato che si è recata sul posto per effettuare tutti i rilievi del caso e avviare le indagini. Resta però l’amarezza, anche in virtù del fatto che questa non è la prima volta che il consigliere è soggetto a particolari “attenzioni”: già per due volte, infatti ignoti sono entrati nel suo studio professionale, senza però sottrarre nulla. “Evidentemente – afferma il consigliere – la mia attività amministrativa e il mio operato dà fastidio a qualcuno, ma io andrò avanti, senza alcun timore“.

Piena ed incondizionatga solidarietà al consigliere Salvo Castagnino per il vile atto vandalico subito da parte del sindaco Giancarlo Garozzo, dopo aver appreso della notizia che auspica che gli organi inquirenti riescano presto a fare luce e a risalire agli autori del gesto.

A nome mio personale e di tutto il Consiglio comunale esprimo piena solidarietà al consigliere Salvo Castagnino per l’atto intimidatorio subito – dichiara il presidente del Consiglio comunale Santino Armaro – Auspico che gli inquirenti facciano rapidamente chiarezza sul gravissimo episodio assicurando alla giustizia i responsabili. In vicende come queste occorre fare fronte comune, senza alcuna distinzione politica o di opinioni, respingendo le attività miranti ad intimidire le azioni esplicate nelle istituzioni, nelle professioni ed in ogni ambito sociale e civile”.

Il gruppo dei Centristi esprime solidarietà  al collega e amico Salvo Castagnino per il vile gesto subito ad opera di ignoti. “Auspichiamo che questo atto non fermi il collega nella sua azione politica e che gli autori possano essere a breve individuati ed arrestati”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo