Siracusa, presentato il nuovo comandante del reparto operativo dei Carabinieri: il tenente colonnello Marco Piras

Presentati altri tre ufficiali recentemente assegnati al territorio Stefano Santuccio (Augusta), Valentina Bianchin (Norm) e Sebastiano Russo (Noto)

Oggi, nella caserma di viale Tica, il Col. Giovanni Tamborrino, comandante Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, ha presentato alla stampa il Tenente Colonnello Marco Piras, nuovo comandante del Reparto Operativo, accreditandolo anche come delegato ai rapporti con i media.

L’occasione è stata propizia per rinsaldare i rapporti di fruttuosa collaborazione che intercorrono tra i Carabinieri e i giornalisti, ai quali nella circostanza sono stati introdotti anche altri tre ufficiali recentemente assegnati al territorio con vari incarichi di comando: il maggiore Stefano Santuccio (comandante la Compagnia di Augusta), il tenente Valentina Bianchin (comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Siracusa) e il tenente Sebastiano Russo (comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Noto).

Il tenente colonnello Marco Piras è nato nel 1976 a Roma. Dopo aver conseguito la maturità classica presso il Collegio Navale Francesco Morosini di Venezia, nell’ottobre 1995 fu ammesso all’Accademia Militare di Modena, diventando Sottotenente nell’Arma dei Carabinieri nel 1997. Alla fine del corso triennale di Applicazione e di Perfezionamento presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri, nel 2000, col grado di Tenente, fu assegnato al Reggimento Carabinieri a Cavallo, ove è stato comandante del plotone e successivamente comandante di squadrone.

Nel 2003 è stato promosso Capitano e trasferito nella Legione dei Carabinieri “Abruzzo” come comandante della compagnia territoriale di Teramo. Nel 2005/2006 è stato impiegato per sette mesi in Kosovo, prendendo parte alle operazioni di peacekeeping Nato-Kfor come capo della cellula G3 (operazioni ed addestramento) nella Multinational Specialized Unit.

Nel 2007 è stato nuovamente impiegato per sei mesi all’estero, in Bosnia ed Erzegovina, ricoprendo il ruolo di Comandante di Compagnia nella Integrated Police Unit della missione di peacekeeping UE Althea.

Rientrato in Italia, si trasferisce nella Legione Carabinieri “Lazio”, dove ha assunto il comando della Compagnia territoriale di Velletri (Roma), fino al 2013. Durante questi anni, è stato promosso Maggiore e nel 2009, presso la Scuola Ufficiali Carabinieri, ha partecipato al corso d’istituto per ufficiali superiori.

Nel 2013 è stato assegnato al 4° Reggimento a Cavallo come Aiutante Maggiore e Capo Ufficio Comando.

Nel 2015 è stato promosso Tenente Colonnello e trasferito presso lo Stato Maggiore della Difesa, come ufficiale addetto presso l’Ufficio affari Giuridici Internazionali – Nato, Onu nella Sezione affari giuridici multinazionali, dove ha prestato servizio come legal advisor. Durante questo periodo ha frequentato numerosi corsi i cui più significativi sono il legal advisor course e l’operational law course alla Nato School ad Oberammergau, in Germania, e l’International law of cyber operations course al Nato Cooperative Cyber Defence Centre of Excellence di Tallinn (Estonia).

Nel dicembre 2017 l’Arma dei Carabinieri lo ha inviato come esperto giuridico nella missione Ue Gar – Si Sahel in “Ndjamena (Ciad), con il compito di studiare il sistema giuridico del Ciad a sostegno del Coordinatore della missione.

Nel settembre 2018 è stato schierato in Mali, nella missione di peacekeeping Minusma (United Nations Multidimensional Integrated Stabilization Mission) – Un Police, dove ha ricoperto per un anno il ruolo di Senior Intelligence Officer / team leader del Criminal Intelligence Team.

Dal settembre 2019 ha assunto l’incarico di Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Siracusa. Ha tre lauree universitarie: Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza interna ed esterna. Le decorazioni più significative di cui è stato insignito sono medaglia di bronzo al merito di lungo comando; croce d’argento per anzianità di servizio militare; medaglia Nato “non articolo 5” per la missione KFor Joint Enterprise; medaglia UE per la partecipazione alla missione militare UE Althea in Bosnia; medaglia di bronzo per lunga attività ippica nell’Arma dei Carabinieri; United Nation Medal for service with the Minusma.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo