fbpx

Siracusa, presentato il nuovo corso universitario in Promozione turistica: altre attivazioni entro pochi anni

Palazzo impellizzeri sarà sede del nuovo corso universitario e l'Ateneo catanese ha chiaramente annunciato l'istituzione di altri corsi universitari nel giro di qualche anno

Palazzo Impellizzeri sarà sede del nuovo corso universitario in Promozione turistica. Un traguardo importante finalizzato non solo a riqualificare un palazzo storico, concesso all’Università di Catania per 50 anni, ma anche ad ampliare l’offerta culturale. Le iscrizioni saranno aperte dall’1 luglio, una corsa contro il tempo risultato di tantissime interlocutori tra l’amministrazione comunale e l’università di Catania. A presentarlo il sindaco Francesco Italia, l’assessore alla Cultura Fabio Granata, il direttore generale UniCt Giovanni La Via e Bruno Messina, presidente della sede di Siracusa della Facoltà di Architettura assieme a Marina Paino, direttore del dipartimento di Scienze Umanistiche e Barbara Mancuso, presidente del corso di studio in Beni Culturali.

Uno sforzo, anche economico, da parte dell’Ateneo catanese che ha chiaramente annunciato l’istituzione di altri corsi universitari nel giro di qualche anno tutte nell’orbita, probabilmente, dei Beni culturali. “La presenza universitaria in un territorio è fondamentale – ha detto Granata – non solo per un ritorno economico, ma soprattutto per rimpolpare il tessuto sociale e culturale”.

Al termine della conferenza stampa, che si è tenuta questa mattina a Palazzo Vermexio, è stato firmato il protocollo d’intesa che impegna Comune e Università, ciascuno per le proprie competenze. È toccato a Fabio Granata ricordare che il progetto affonda le radici in un vecchio punto all’ordine del giorno a firma di Pamela La Mesa, questione mai discussa perché poi il Consiglio venne sciolto. Dopo mesi di lavoro però, adesso, il progetto è realtà. E lo è diventato per il 25esimo anno dell’università di Architettura.

Dall’1 ottobre, quindi, parte il nuovo corso dell’Università di Catania in Promozione del patrimonio culturale. “La Convenzione consolida la presenza universitaria in città e la firma odierna rappresenta il traguardo di un percorso che era anche uno dei punti più qualificanti del nostro programma di governo – ha detto il sindaco, Francesco Italia – Nasce un polo formativo di eccellenza, viste le previsioni di attivare, nel prossimo quinquennio nuovi corsi di laurea, di rilanciare la presenza della Scuola di specializzazione in Archeologia, di promuovere l’organizzazione di scuole estive e cooperare con “Ortygia Business School” ed “Eureka Institute” per iniziative congiunte da svolgersi in collaborazione con l’Ateneo catanese”.

La volontà di rafforzare la presenza universitaria a Siracusa è stata ribadita negli interventi del direttore generale di Unict Giovanni La Via e del rettore, Francesco Priolo. Ricordando i 25 anni di presenza in città Priolo ha sottolineato “la velocità con la quale si è proceduto per raggiungere in tempi brevi l’obiettivo della nascita di una nuova sede Università e per l’avvio di un Corso che è esclusivo per la città”. Di grande opportunità per Siracusa ha invece parlato l’assessore alle Politiche universitarie, Fabio Granata. “Incrementando l’offerta formativa- ha detto Granata- aumenterà la presenza di giovani in città, favorendo quindi la funzione sociale insita nella presenza dell’Università su un territorio. Si apre una nuova pagina per la vita universitaria della nostra Città che da un lato diversifica la sua offerta, e dall’altro afferma una sua specificità, puntando su una materia strettamente collegata al nostro patrimonio culturale e alla sua gestione: non potrà mai esserci infatti una sua tutela senza una sua valorizzazione”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo