Siracusa, protagonista di più episodi di violenza: scatta il rimpatrio per un cittadino tunisino

Nel giugno del 2015, lo straniero veniva arrestato dalla Squadra Mobile di Ragusa, durante uno sbarco nel porto di Pozzallo, e condotto prima nel carcere di Ragusa e successivamente in quello di Augusta

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siracusa hanno espulso, rimpatriandolo nel paese d’origine, il cittadino Tunisino Jabrane Adel, di 33 anni.

L’uomo è stato tratto in arresto nel giugno del 2012 e si è reso protagonista di numerosi episodi di violenza anche nei confronti del personale delle forze dell’ordine. Nei confronti dell’uomo, resosi successivamente irreperibile, veniva emesso un mandato di cattura. Nel giugno del 2015, lo straniero veniva arrestato dalla Squadra Mobile di Ragusa, durante uno sbarco nel porto di Pozzallo, e condotto nel carcere di Ragusa.

Gli Agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siracusa, infine, hanno segnalato il tunisino, che nel frattempo era stato trasferito nella casa di Reclusione di Augusta, al Magistrato di Sorveglianza per l’adozione del decreto espulsivo, eseguito, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, dagli stessi Agenti che lo hanno prelevato dal carcere, trasferito con scorta, tramite il volo Catania-Roma-Tunisi, e messo a disposizione delle Autorità Tunisine.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo