Siracusa, “quando sei parrucchiere e il Comune prevede la raccolta differenziata nel giorno di chiusura”: la denuncia di Scrofani

Il leader di Cantiere Siracusa denuncia questa anomalia che prevederebbe la raccolta dei capelli, considerati come rifiuto indifferenziato, nella giornata di lunedì, giorno storicamente di chiusura per barbieri e parrucchieri

Siracusa, quando sei parrucchiere e il Comune prevede la raccolta differenziata nel tuo giorno di chiusura“. A denunciare l’anomalia è Gianluca Scrofani, leader di Cantiere Siracusa che evidenzia come con l’arrivo del nuovo calendario unico per la raccolta della differenziata in città, proprio la categoria di barbieri e parrucchieri si vede penalizzata.

Il Comune – dice Scrofani – ha infatti previsto per il lunedì la raccolta dell’indifferenziato per le utenze non domestiche, e proprio nell’indifferenziato vanno i capelli. Peccato però che il lunedì per la categoria sia storicamente giorno di chiusura. Andando oltre la semplice ironia, credo che l’avvio della differenziata su tutto il territorio cittadino abbia bisogno di un fisiologico tempo di rodaggio e debba ancora tener conto di parecchi correttivi che dovranno essere effettuati per migliorare ove possibile la qualità del servizio.”

Per il leader di Cantiere Siracusa sarebbe necessaria una fase di concertazione con le associazioni di categoria per evitare che le disposizioni del calendario non siano corrispondenti alle esigenze di tutti. “Sarebbe stato meglio farlo in fase preventiva – precisa – ma rivolgo questo invito all’amministrazione comunale con l’auspicio che possa risolvere il tutto il prima possibile“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo