Siracusa, quattro milioni di euro: ecco quanto stima di incassare il Comune dagli automobilisti indisciplinati

A dire il vero il prospetto iniziale è ben più alto e si aggira sugli 8,3 milioni. A questi però, Palazzo Vermexio, prevede di togliere 3,5 milioni di euro come "crediti di dubbia esigibilità", spese per le notifiche dei verbali (800 mila euro) e 50 mila euro come spese di giudizio per sentenze del giudice di pace

Una previsione di incasso di circa 4 milioni. Questo è quanto pensa di incassare il Comune di Siracusa dalle sanzioni per le violazioni del codice della strada. A dire il vero il prospetto iniziale è ben più alto e si aggira sugli 8,3 milioni. A questi però, Palazzo Vermexio, prevede di togliere 3,5 milioni di euro come “crediti di dubbia esigibilità”, spese per le notifiche dei verbali (800 mila euro) e 50 mila euro come spese di giudizio per sentenze del giudice di pace.

Proprio queste voci fanno discutere, ma se sulla prima, quella più corposa, l’assessore al Bilancio Nicola Lo Iacono precisa che si tratta di stime prudenziali come previsto dalla norma (detta in parole povere, meglio tenersi stretti per poi aggiungere che viceversa), per l’ultima voce, quella inerente le cause al Giudice di Pace, la stima sembra molto ottimistica. Soprattutto alla luce del recente passato.

Al netto di ciò, la Giunta ha stabilito di ripartire la metà della previsione di incasso (2 milioni di euro) per spese di miglioramento della circolazione stradale e relativa segnaletica (250 mila euro), ma soprattutto per la manutenzione straordinaria delle strade comunali (400 mila euro) e per pagare il canone dell’illuminazione stradale pubblica (365 mila euro). Da qui si devono aggiungere una serie di altre voci che fanno il totale, tra cui l’acquisto di mezzi per la Polizia Municipale e le spese per le attrezzature della Ztl e gli impianti semaforici.

Tutte somme che saranno inserite nel bilancio di previsione 2019 e che, come preventivabile, saranno oggetto di polemiche in seno al Consiglio comunale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo