fbpx

Siracusa, raccolta differenziata in tutta la città. Ed è subito mini discariche accanto ai mastelli

Oggi organico per tutti, eppure nei mastelli marroni gli operatori ecologici hanno trovato di tutto: lattine, bidoni, piatti e bottiglie di plastica, carta e volantini, bottiglie di vetro e addirittura indumenti e scarpe

Inizia la raccolta differenziata porta a porta in tutta la città con un calendario unico. Ed ecco i primi evidenti problemi di comprensione da parte di chi non ha ancora capito come si fa la raccolta differenziata. Il calendario per le utenze domestiche è ormai uguale per tutti i quartieri e la raccolta è estesa all’intero territorio comunale, comprese le contrade balneari, di campagna e le cosiddette “case sparse”. Scompariranno del tutto i cassonetti stradali ma nel frattempo c’è chi dimostra di non aver compreso come si faccia, o di non avere alcun interesse.

Il nuovo calendario per le utenze domestiche prevede il conferimento dell’organico il lunedì, mercoledì e venerdì, della plastica e metalli il martedì, dell’indifferenziato il giovedì, di carta, cartone e vetro il sabato.

Oggi organico per tutti quindi, eppure nei mastelli marroni gli operatori ecologici hanno trovato di tutto: lattine, bidoni, piatti e bottiglie di plastica, carta e volantini, bottiglie di vetro e addirittura indumenti e scarpe. Insomma, tolti i cassonetti (in alcune parti della città) la scelta più immediata è stata quella di rendere vana la raccolta differenziata creando mini discariche accanto ai mastelli.

Se può essere imputato al Comune e al gestore il mancato invio di cartoline da casa (o di 6×3) per comunicare il cambio di rotta in città, è altrettanto vero che la comunicazione è stata effettuata costantemente tramite canali social e giornali e non può essere questa una scusa per far finta di non vedere il colore dei mastelli. “Come tutti i primi giorni, sicuramente non è stato facile e lo dimostra la qualità dell’organico – ammette l’assessore all’Ecologia, Andrea Buccheri – è comunque una grande opportunità per tutta la nostra comunità e, con i dovuti dettagli, anche attraverso incontri con i cittadini, cercheremo di rendere tutto più semplice ai cittadini”.

Oggi è la giornata della svolta per la città, che ha dimostrato di non essere pronta. Per adesso magari non fioccheranno le multe, con una mano a coprire gli occhi e l’altra sulla coscienza, ma serve un’inversione di rotta. Subito. E una maggiore educazione civica, perché nascondersi dietro scuse puerili non ha alcun senso.

SCARICA IL CALENDARIO PER LE UTENZE DOMESTICHE


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo