fbpx

Siracusa: Rapina Con Volto Coperto e Pistola Ad Un Benzinaio su SS 124

Alle ore 16.30 di ieri, due individui, con il volto travisato da un passamontagna ed armati di pistola, a bordo di un’autovettura Alfa Romeo 156, facevano irruzione in un distributore di benzina sito sulla SS 124. Uno dei due, con la minaccia dell’arma, si faceva consegnare, da un dipendente del distributore, l’incasso della giornata ammontante a circa 600,00 euro.

I malviventi, consumata la rapina, si allontanavano a forte velocità in direzione della Statale Siracusa – Catania, avendo la targa della propria auto coperta da un cartone.
I rapinatori, giunti all’altezza dello svincolo per l’asse attrezzato, si fermavano per scoprire le targhe dell’auto, durante questa operazione venivano visti da un equipaggio della Polizia Scientifica di Siracusa che, tuttavia, notava solamente uno strano atteggiamento dei due uomini attorno alla propria autovettura. Gli Agenti della Scientifica, insospettitisi, prendevano il numero di targa dell’auto.


Poco dopo, giunti in Questura, venivano a conoscenza della rapina, perpetrata poco prima, e dopo aver riferito l’accaduto agli uomini della Squadra Mobile,
iniziava un’articolata operazione di Polizia Giudiziaria che consentiva di risalire alla proprietaria dell’auto, che risulterà essere la madre di uno dei rapinatori, residente in Catania.
Ciò premesso, dopo aver allertato l’analoga struttura investigativa della Questura di Catania, gli uomini della Mobile di Siracusa e di Catania individuavano l’auto dei due rapinatori parcheggiata presso un noto centro commerciale della provincia di Catania.

Dopo un breve appostamento i due uomini, successivamente identificati per SICALI Andrea, classe 1988 e per FLORIO Silvio, classe 1986, entrambi residenti ad Aci Sant’Antonio ed incensurati, si recavano alla loro auto e venivano prontamente bloccati dagli Agenti della Polizia che, raccogliendo gravi indizi di reità a loro carico, li traevano in arresto e li traducevano alla casa Circondariale di Catania a disposizione dell’A.G. procedente.

Gli Agenti, da una accurata perquisizione personale, rinvenivano addosso ai due fermati contante per 260,00 euro e, nascosta nella loro auto, trovavano la pistola giocattolo con cui era stata perpetrata la rapina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo