fbpx

Riapertura di nidi e materne: approvate le linee guida per la ripresa delle attività

Siracusa, revocato il divieto di balneazione a Calarossa

Nei giorni scorsi mare vietato a causa della presenza di un'alga nociva

E’ stato revocato, oggi, con ordinanza del sindaco Francesco Italia, il divieto di balneazione nella piccola spiaggia di Cala Rossa, nel cuore di Ortigia.

Nei giorni scorsi, è stato disposto il divieto temporaneo con un’ordinanza del settore Ambiente – servizio igiene e sanità pubblica del Comune di Siracusa – (datata 26 giugno 2020) che ha disposto, non solo il divieto di balneazione, ma “consigliava” anche di non sostare nelle immediate vicinanze di quella fascia costiera. Il motivo è ormai noto: l’Arpa durante un’attività di monitoraggio ambientale di ostreopsis ovata è stato registrato un valore superiore al limite consentito per la balneazione.

L’ostreopsis ovata è una microalga marina, una specie tipica del clima caldo e tropicale, da molti anni ormai presente anche sulle coste italiane. Quando si verifica la fioritura dell’alga nei mesi più caldi, le acque in superficie possono presentare colorazioni anomale e talvolta chiazze schiumose biancastre e in alcuni casi si possono verificare morie di pesci. L’alga non è visibile ad occhio nudo, cresce su substrato roccioso e sulle macroalghe.

Le analisi dei nuovi prelievi effettuati dall’Agenzia per la protezione ambientale hanno rilevato che la concentrazione è rientrata nei valori consentiti, ragione per cui il sindaco Italia ha accolto la proposta del dirigente del servizio di Igiene e sanità pubblica, Vincenzo Migliore, consentendo ai cittadini di fare il bagno a Cala rossa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo