Siracusa, rimosso il mercato etnico di Ortigia. Burti: “al lavoro per trovare una nuova sede”

Al momento è concesso il montaggio delle bancarelle solo la mattina e soltanto sul lato sinistro della via (quella che costeggia l'Antico mercato), mentre è già in vigore il divieto di montare sopra il marciapiedi che costeggia il Tempio di Apollo

Il mercatino etnico di Ortigia non c’è più, o quasi. Un paio di giorni fa, infatti, l’amministrazione comunale su impulso dell’assessore alle Attività produttive, Cosimo Burti, ha optato per la revoca della concessione agli ambulanti, che quindi non potranno più montare le bancarelle su via del Mercato.

Quello non sia un luogo idoneo – dice l’assessore Burti – sia per la presenza del Tempio di Apollo, che deve essere ulteriormente valorizzato, sia dal punto di vista merceologico.” Adesso gli uffici dell’assessorato Attività produttive stanno valutando una nuova sistemazione per le bancarelle degli ambulanti e in tempi brevi dovrebbero fornire una risposta definitiva. Una rimozione, quella del mercato etnico, che sarà graduale.

Le bancarelle, al momento, potranno essere montate solo sul lato sinistro di via del Mercato, mentre è già vietato il montaggio sul marciapiede che costeggia il tempio greco. “Vogliamo dare maggior decoro a tutta l’area in questione – conclude Burti – destinandola a esclusivo uso pedonale e, perchè no, anche a eventi a sfondo culturale. Allo stesso tempo, ovviamente, vogliamo tutelare i commercianti e daremo loro risposte certe nel minor tempo possibile“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo