In tendenza

Siracusa, “rimpasto”, ma tra i dirigenti: riviste e modificate le deleghe

Piccoli ritocchi per provare a rendere più efficiente la macchina amministrativa, in attesa che i bandi recentemente pubblicati per rimpinguare la dotazione organica possano arrivare a compimento e iniziare a produrre i frutti sperati

Con apposita determina l’amministrazione comunale di Siracusa ha rivisto e modificato le deleghe ai propri dirigenti. Piccoli ritocchi per provare a rendere più efficiente la macchina amministrativa, in attesa che i bandi recentemente pubblicati per rimpinguare la dotazione organica possano arrivare a compimento e iniziare a produrre i frutti sperati. Nessuna sorpresa ovviamente per i nomi, i dirigenti quelli sono e quelli continueranno a essere nonostante qualche pensionamento e gli ultimi arrivi, ma leggendo il documento pare ovvio che la Giunta del sindaco Italia abbia fatto una sorta di pagella di primo quadrimestre (anche se in questo caso è un biennio).

A Vincenzo Migliore dopo il pensionamento di Loredana Caligiore va il ruolo di vice segretario generale e le deleghe: affari istituzionali, servizi demografici, valorizzazione dei beni e delle attività culturali, sviluppo e valorizzazione del turismo. A questo si aggiunge l’attribuzione della competenza gestionale degli uffici di staff del sindaco, dell’Urp e dell’ufficio stampa.

A Maria Distefano va la dirigenza del settore avvocatura e risorse umane e organizzazione. A Enzo Miccoli vanno ordine pubblico e sicurezza, protezione civile, politiche giovanili, sport e tempo libero, trasporti e diritto alla mobilità, sviluppo economico e competitività.

Giorgio Giannì confermato come Ragioniere generale e responsabile del settore economico finanziario. A Rosario Pisana resta la dirigenza di entrate e servizi fiscali. Modifiche per Marcello Costa e maxi lavoro per Gaetano Brex.

Al primo vanno beni demaniali e patrimoniali, servizio necroscopico e cimiteriale e igienico sanitario. Al secondo invece sono state affidate le deleghe: istruzione e diritto allo studio, Erp e piani di edilizia economico – popolare, programmazione opere pubbliche e sviluppo sostenibile del territorio e ambiente, illuminazione stradale, sistema energia ed efficientamento energetico, datore di lavoro e Rasa.

A Natale Borgione vanno invece: edilizia privata, urbanistica e assetto del territorio, mentre all’ultima arrivata, Loredana Carrara sono state attribuite: gestione e sviluppo delle tecnologie e dei sistemi informativi, statistica, servizi sociali, politiche di inclusione e diritto alla casa.

Al Segretario generale Danila Costa attribuita la direzione degli uffici legalità, anticorruzione, audit interno, appalti e contratti, formazione, ufficio programmazione e controllo strategico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo