Siracusa, riviste le tariffe al Camposcuola: dopo il restyling, il Comune pensa a monetizzare

Palazzo Vermexio rivede le tariffe dell'unico impianto sportivo cittadino così da ottenere un'entrata superiore agli attuali 2 mila euro

Conclusi i lavori di riqualificazione del Camposcuola “Di Natale” è arrivato il momento di rivedere le tariffe per gli atleti e per le società sportive che usufruiscono dell’impianto sportivo. Ecco così che la Giunta comunale di Siracusa ha approvato all’unanimità l’adeguamento delle tariffe per la concessione degli spazi dell’unico impianto di atletica leggera cittadino, anche alla luce delle misure correttive volute dalla Corte dei Conti.

Misure approvate il 28 dicembre scorso dal Consiglio comunale che ha disposto “l’adozione delle misure minime necessarie a fissare nella percentuale del 36% la partecipazione dei contribuenti all’erogazione dei servizi a domanda individuale”. Una percentuale che però sarebbe insostenibile per le società che utilizzano la struttura, in quanto diventerebbero “talmente alte – si legge nell’atto approvato in Giunta – da non consentire a nessuna società di svolgere attività sportiva“. Ma in qualche modo il Comune deve monetizzare anche dal Camposcuola, soprattutto alla luce degli interventi di ammodernamento conclusi da qualche mese.

L’intenzione è quella di ottenere dal “Pippo Di Natale” un’entrata superiore agli attuali 2 mila euro e per questo l’amministrazione ha disposto un nuovo piano tariffario. Per quanto riguarda l’utilizzo della pista da parte di associazioni sportive di atletica leggera e per gli enti di promozione di atletica leggera il costo sarà di 1.500 euro l’anno, mentre per il singolo atleta che vuole usufruire della pista (iscritto a società diverse da quelle in possesso di concessione) il prezzo è di 100 euro. Per le manifestazioni sportive nei giorni festivi si dovranno pagare 250 euro (a evento), mentre la Syrako rugby per utilizzare il campo da calcio o il prato, dovrà sborsare 2500 euro l’anno per gli allenamenti cui si devono aggiungere 100 euro a partita. Per gli allenamenti, le partite di calcio a 5 e le partite di calcio i prezzi sono rispettivamente di 20 euro l’ora, 60 euro e 120 euro (a partita).

Infine per la palestra il canone annuo è di 2500 euro, mentre per l’attività ludico motoria organizzata all’esterno della pista e del campo da calcio il costo è di 15 euro l’ora. Resta invece gratuito l’utilizzo della parte più esterna dell’impianto per i singoli utenti, così come rimarrà la gratuità per le scuole di ogni ordine e grado compresi i campionati studenteschi e per le associazioni di atleti diversamente abili. Le tariffe saranno applicate per la prossima stagione sportiva, quella 2019-2020.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo