Siracusa, sabato il Mazzarona Day: micro-architetture per la rigenerazione urbana

Nel corso della mattinata anche attività culturali e sportive per i bambini del quartiere e degli istituti Verga e Chindemi

Sabato prossimo, 9 novembre, a partire dalle 9,30, nei locali dello “Spazio G124” a Siracusa (Circoscrizione Grotta Santa, via Gaetano Barresi 2), prenderà il via l’evento “Mazzarona Day”, organizzato dalla Struttura didattica speciale di Architettura dell’Università di Catania nell’ambito del progetto di “rammendo e rigenerazione urbana” G124 promosso e coordinato dal senatore a vita Renzo Piano, nel quale l’Ateneo di Catania è coinvolto insieme con il Politecnico di Milano, l’Università di Padova e l’Università Sapienza di Roma. Coordina il progetto G124 per Siracusa Bruno Messina (presidente della Sds di Architettura), affiancato da Carlo Colloca (dipartimento di Scienze politiche e sociali), Vito Martelliano (Sds Architettura-Dicar) e Gabriella Vindigni (Di3A).

La giornata si articolerà in due momenti: inizialmente saranno presentati alla comunità le micro-architetture realizzate nel quartiere Mazzarona ed i “cantieri sociali” in via di completamento. Interverranno, tra gli altri, il sindaco di Siracusa Francesco Italia, il rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo, e il direttore del Parco archeologico di Siracusa, Calogero Rizzuto.

Conclusa la presentazione, si terranno attività ludico-formative per i bambini del quartiere organizzate con il coinvolgimento della Sds di Architettura e, in particolare, di tre suoi laureati, borsisti del progetto G124 – i giovani architetti Carmelo Antonuccio, Tommaso Bartoloni e Giuseppe Cultraro – con il supporto di studenti del corso di laurea magistrale in Politiche e Servizi sociali.

Le attività che coinvolgeranno i bambini del quartiere (provenienti anche degli Istituti “Verga” e “Chindemi”), saranno orientate alla visita dell’area archeologica presente nel quartiere (con il coinvolgimento di personale del Parco archeologico di Siracusa), per imparare ad apprezzare la storia e la bellezza del territorio. Seguiranno un torneo di calcetto e di rugby (con il coinvolgimento di Syrako Rugby) nelle due principali aree del quartiere, in via Cassia e via Algeri, dove sono in corso interventi per la realizzazione di spazi per lo sport e per l’aggregazione sociale, nonché per una migliore fruizione degli accessi al mare e della pista ciclabile che attraversa il quartiere. In via Cassia il progetto G124 ha previsto la posa in opera di un campo di calcetto in sintetico grazie alla donazione del manto erboso da parte del Centro Europeo di Ricerche e Studi Sociali e la realizzazione dello stesso da parte di Piscine Sirio Sport.

Nella sede della Circoscrizione Grotta Santa i bambini saranno anche intrattenuti dal maestro scultore Antonio La Gamba che realizzerà con loro piccole sculture in argilla che si richiamano a motivi del paesaggio siracusano e del quartiere in particolare. La mattina si concluderà negli spazi esterni della parrocchia di San Corrado.

La giornata, è più in generale, i circa otto mesi di lavoro sono stati resi possibili grazie al supporto di competenze e professionalità messe a disposizione da: Ance Siracusa, Centro europeo di Ricerche e Studi sociali, Comune di Siracusa, Consiglio nazionale Ordine Assistenti sociali, Consorzio universitario Archimede, corso di laurea pagistrale in Politiche e Servizi sociali (Dsps-Unict), Cooperativa Sociale “Insieme”, dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Unict), Istituto Comprensivo “S. Chindemi” di Siracusa, Istituto Comprensivo “G.Verga” di Siracusa, Parco archeologico di Siracusa, Parrocchia di S. Corrado Confalonieri, Soprintendenza Beni Culturali di Siracusa, Syrako Rugby.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo