fbpx

Siracusa, San Lorenzo e Ferragosto. No al bivacco in spiaggia, musica in discoteca fino alle 2

Le misure concordate questa mattina, vanno a completare l'ordinanza firmata ieri dal presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, che chiede l'utilizzo dei locali al 40% rispetto alla norma

Linee anti Covid condivise da tutti i sindaci della provincia di Siracusa che, questa mattina, al termine di una riunione con il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, coordinato dal Prefetto Giusi Scaduto, hanno deciso di far fronte comune contro i numeri di positivi che salgono e la movida che incalza soprattutto nel periodo tra San Lorenzo e Ferragosto, quando è tradizione affollare la spiaggia, le discoteche (soprattutto all’aperto) e locali.

Dopo un primo momento di “confusione” sul da farsi per l’utilizzo della spiaggia (totalmente da vietare o meno), si è optato per la libera fruizione del mare, sempre nel rispetto delle norme anti contagio a partire dal distanziamento sociale, fermo restando i divieti di bivacco, falò, tende, gazebo e simili in spiagge sia pubbliche e private.

Particolare attenzione è stata dedicata anche a discoteche e pub. Secondo quanto sottoscritto questa mattina, le discoteche potranno passare musica fino alle 2, mentre le altre attività dovranno fermarsi a mezzanotte.

Il motivo della libera fruizione della spiaggia, secondo indiscrezioni, pare che si da ricercare nel tentativo di disperdere la folla di giovani fornendo loro varie opzioni nella notte del 10 e del 14 agosto.

Le misure concordate questa mattina, vanno a completare l’ordinanza firmata ieri dal presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, che chiede l’utilizzo dei locali al 40% rispetto alla norma.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo