fbpx

Siracusa, sbarra un cancello metallico alla vista della Polizia e prova la fuga verso il terrazzo in via Immordini: arrestato

Il cancello veniva sequestrato e rimosso, restituendo piena libertà a tutte le persone residenti nello stabile

Prosegue l’attività della Polizia di Stato nei confronti del traffico di stupefacenti e delle piazze di spaccio siracusane. Nella giornata di ieri sono state portate a termine diverse operazioni di polizia con l’arresto di altrettante persone e la rimozione di altri dispositivi di sicurezza abusivi e di cancelli posti a protezione dell’attività degli spacciatori operanti in Via Immordini ed in Piazza San Metodio.

In una di queste, gli investigatori della Squadra Mobile aretusea, nel corso dei citati servizi antidroga, sono intervenuti in uno stabile sito nella piazza dello spaccio di Via Immordini. Giunti all’ingresso, gli Agenti notavano Orazio Breci, siracusano di 36 anni, già noto alle forze di polizia che, alla vista dei poliziotti, sbarrava un pesante cancello e fuggiva verso il terrazzo, per poi tentare di uscire da un’altra parte del palazzo. Gli Agenti, dopo alcuni tentativi, riuscivano a forzare il robusto portone metallico, che di fatto sequestrava persino gli stessi residenti del condominio interessato e, raggiunto lo spacciatore, lo trovavano in possesso di 10 grammi di cocaina, 14 grammi di marijuana e 26 grammi di hascisc, già suddivise per la vendita al minuto per un totale di 190 dosi.

Gli agenti, in ragione del cospicuo quantitativo di droga dal valore commerciale di circa 2000 euro, traevano in arresto Breci e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo ponevano ai domiciliari.

Il cancello veniva sequestrato e rimosso, restituendo piena libertà a tutte le persone residenti nello stabile che fino ad oggi sono state costrette a subire, nel timore di pesanti ritorsioni, l’attività di spaccio e la limitazione dello loro libertà personale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo