fbpx

Riapertura di nidi e materne: approvate le linee guida per la ripresa delle attività

Siracusa, Scerra e Ficara (M5S) sui migranti positivi al Covid: “sbagliato alimentare paure”

I due parlamentari nazionali assicurano il corretto svolgimento delle operazioni, stigmatizzando le dichiarazioni del presidente della Regione, Nello Musumeci

È molto pericoloso alimentare le paure della popolazione“. Così intervengono i parlamentari siracusani Paolo Ficara e Filippo Scerra (M5s), dopo la notizia di 8 migranti positivi tra i 43 sbarcati ieri ad Augusta da nave Mare Jonio.

Per i due parlamentari nazionali del M5S è bene sottolineare che si tratta di persone asintomatiche e che sono state isolate dal resto del gruppo. Sono tutti ospitati in una struttura di accoglienza distante dal centro abitato di Noto, scelta appositamente perché idonea a garantire la massima sicurezza per la popolazione. Dista circa 20km dal centro abitato, un sorta luogo isolato che offre estrema garanzia di amplissimo distanziamento. “Come ulteriore misura di tutela – precisano -, la Prefettura di Siracusa ha disposto un servizio rafforzato di controlli da parte delle forze dell’ordine, affinché sia rispettato scrupolosamente il periodo di isolamento“.

A seguito dello sbarco non sono mancate le polemiche e i dubbi sul perfetto funzionamento della macchina dell’accoglienza. Ma i due parlamentari assicurano che in tutta la vicenda “sono state seguite le procedure previste. Le autorità sanitarie marittime e le forze dell’ordine tutte, hanno svolto le varie operazioni di rito indossando gli opportuni dpi e nessuno è stato esposto ad eventuale rischio di contagio“.

Infine Ficara e Scerra non lesinano critiche nei confronti delle parole utilizzate (e poi parzialmente corrette) dal presidente della Regione, Nello Musumeci. “Ricordiamo al presidente della Regione che in questi giorni si sono registrati alcuni contagi in Sicilia, tutti importati da persone venute in visita da altre località fuori Sicilia. In quel caso non si sono lanciati allarmi, forse per mascherare le lacune del governo regionale sulla materia. Non è con facili slogan contro questo o quello che dimostra di avere la situazione sotto controllo. Anzi. I siciliani meritano sicurezza e non paure servite con troppa leggerezza da chi ha la responsabilità della salute pubblica“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo