In tendenza

Siracusa, sciopero davanti all’AST di ex dipendenti di una ditta appaltatrice di servizi.

Una crisi inarrestabile, una vera e propria emorragia che riduce al minimo la forza lavoro attiva in provincia di Siracusa, quella a cui stiamo assistendo negli ultimi mesi  senza che nessuno tenti di offrire una via d’uscita. Uno scenario sociale difficile che si delinea ogni giorno e che vede diventare vittime di un sistema amministrativo del territorio, passivo ed a tratti egocentricamente parassitario, fine soltato ad interessi solitari e di desuete ma autoritarie “caste partitiche rinominate “, i soliti padri di famiglia, costretti ad indebitarsi fino al collo pur di non essere tagliati fuori da un mondo del lavoro avido di prospettive e che spesso nega loro pure la legittima retribuzione.

Oggi è toccato ad alcuni dipendenti di una ditta appaltatrice di servizi per l’AST, domani sarà il turno di altri disperati , Ma quando qualcuno invertirà la rotta, evitando di svuotare le tasche a chi le ha già bucate dalla miseria ?

Servizio di Mascia Quadarella


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo