Siracusa, “a scuola di corto per la legalità – Le vittime sconosciute della mafia”: stamattina incontro con gli studenti

All’incontro di questa mattina, hanno partecipato gli istituti Corbino, Fermi, Rizza

Questa mattina nella sede del Siracusa International Istitute (ex Isisc) di via Logoteta, si sono aperti gli incontri con gli studenti che hanno aderito al progetto “A scuola di corto per la legalità – Le vittime sconosciute della mafia”.

Tra le novità di quest’anno, la partecipazione di tutti gli istituti superiori per l’attività   di Alternanza Scuola- Lavoro e di magistrati della Procura della Repubblica di Siracusa. All’incontro di questa mattina, hanno partecipato gli istituti (“O.M. Corbino” – E. Fermi – “A. Rizza”).

Ad arricchire la giornata, gli interventi del magistrato della Procura dott. Andrea Palmieri, dell’Onorevole Fabio Granata (assessore alla Legalità del Comune di Siracusa) del presidente del Consiglio Comunale, MoenaScala, e quello della professoressa, Ornella Fazzina, docente Accademia Belle Arti.

Il progetto “A scuola di corto per la Legalità”, proposto dall’Assessore alle Politiche Educative Pierpaolo Coppa, fa parte del  Piano dell’Offerta Formativa Territoriale per l’anno scolastico 2019/’20, coordinato dal Funzionario Giuseppe Prestifilippo, intende  promuovere la crescita competente e responsabile degli alunni delle scuole del territorio, attraverso la creazione di strumenti efficaci di difesa e di presa di coscienza nei confronti del problema della legalità intesa come lotta al disagio, all’emarginazione, alle mafie, alla corruzione in quanto fenomeni presenti nella società e nella scuola,  da combattere ed eliminare.

“Ricorderemo vittime meno conosciute e a volte dimenticate, anche di questa città – ha ricordato Fabio Granata – Penso a Carmelo Zaccarello vittima della strage del Bar Moka o Salvatore Gurrieri, ultimo baluardo in difesa di Marina di Melilli e fatto trovare dalla Mafia, al servizio dei poteri forti, incaprettato”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo