Siracusa, scuole poco sicure: domani gli studenti tornano in piazza

Gli studenti si daranno appuntamento alle 9 in piazzale Marconi

foto di repertorio

Tornano in strada gli studenti di Siracusa. Dopo la protesta di ieri dei giovani dell’istituto Alberghiero “Federico II di Svevia” che lamentavano alcuni problemi all’interno del plesso scolastico di via Polibio e l’assenza di una sede unica per tutti gli studenti, ecco che domani la Rete degli Studenti Medi ha indetto una nuova mobilitazione.

Il motivo è sempre lo stesso: la carenza di condizioni minime di sicurezza all’interno degli edifici scolastici. Una questione annosa e più volte sollevata dagli studenti, soprattutto nei primi mesi di ogni anno scolastico. Domani l’appuntamento per gli studenti è alle 9 in piazzale Marconi e presumibilmente il corteo si svilupperà per corso Umberto per passare in largo XXV luglio. Qui una delegazione della Rete degli studenti (promotrice dell’iniziativa) proverà ad avere un’udienza con il prefetto vicario.

Vogliamo scuole sicure, vogliamo non avere la paura di dover andare a scuola, vogliamo i nostri diritti – dicono gli studenti – . Venerdì 18 ci incontreremo in Largo XXV luglio per arrivare in prefettura a risolvere i problemi di edilizia scolastica


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo