fbpx

Siracusa, serbatoio deformato in Isab sud: sequestro della Procura

Appare evidente che l'attività giudiziaria degli uffici diretti dal Procuratore capo, Sabrina Gambino, verterà nel comprendere quali siano state le motivazioni che hanno portato alla deformazione del grosso serbatoio

il serbatoio deformato

Sotto sequestro il serbatoio deformato presente all’interno della raffineria Sud degli impianti Isab-Lukoil. Nella giornata di ieri la Procura della Repubblica di Siracusa, insieme con gli uomini del Nictas, ha apposto i sigilli nella struttura in disuso da circa 30 mila litri destinata all’accumulo di acqua per l’impianto antincendio.

Subito dopo le prime segnalazioni la Isab aveva fatto sapere che le cause erano riconducibili a un accumulo di acqua piovana e grandine a seguito delle precipitazioni avvenute negli ultimi giorni dello scorso anno.

Al momento non è ancora chiaro il motivo del sequestro, ma a questo punto appare evidente che l’attività giudiziaria degli uffici diretti dal Procuratore capo, Sabrina Gambino, verterà nel comprendere quali siano state le motivazioni che hanno portato alla deformazione del grosso serbatoio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo