In tendenza

Siracusa si candida a “Capitale italiana della cultura”. Granata: “Corriamo con buone possibilità”

Adesso tutte le città partecipanti dovranno presentare il proprio progetto che sarà sottoposto alla valutazione di una commissione di sette esperti

C’è anche Siracusa tra le 24 città italiane che hanno presentato la manifestazione d’interesse al ministero della Cultura per partecipare al titolo di “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2024. Quasi identica distribuzione geografica tra le diverse zone del Paese con 7 città al centro, 7 al nord e 10 tra sud e isole.

Adesso tutte le città partecipanti dovranno presentare il proprio progetto che sarà sottoposto alla valutazione di una commissione di sette esperti di chiara fama nella gestione dei beni culturali. La città vincitrice, grazie anche al contributo statale di un milione di euro, potrà mettere in mostra, per il periodo di un anno, i propri caratteri originali e i fattori che ne determinano lo sviluppo culturale, inteso come motore di crescita dell’intera comunità.

“Corriamo con buone chance. A chi parla delle buche in strada rispondo che con questo concorso si misura la storia della città. – ha detto Fabio Granata, assessore alla Cultura – Cittadini, state vicino all’Amministrazione in questa sfida”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo