Arriva “WhatsApp SiracusaNews”: per le segnalazioni dei lettori, basta un messaggio

In tendenza

Siracusa, si è svolta la cerimonia di giuramento solenne del personale siciliano neo-arruolato nella Croce Rossa Italiana

Il Corpo Militare in situazioni di emergenza nazionale e internazionale gestisce ospedali da campo, presidi medici avanzati, nuclei sanitari e logistici mobili e nuclei di decontaminazione NBCR

Alla presenza dell’Ispettore Nazionale, maggiore generale Gabriele Lupini, della Bandiera del Corpo e di un drappello interforze in armi, 35 ufficiali e 80 militari di truppa hanno espresso il loro voto di fedeltà ai valori della Croce Rossa e della Repubblica Italiana.

Si è svolta lunedì 16 maggio, all’interno del Distaccamento dell’Aeronautica Militare di Siracusa, la cerimonia di giuramento solenne del personale siciliano neo-arruolato nel Corpo Militare della Croce Rossa Italiana.

Dopo aver passato in rassegna lo schieramento, accompagnato dal Comandante del Centro di Mobilitazione “Sicilia”, sottotenente Gaetano Ricontati, il generale Lupini, chiamando a se la Bandiera, ha pronunciato la formula del giuramento a cui ha fatto eco il grido unanime dei neo-volontari. “Con questo momento di altissimo valore simbolico ed etico, siete entrati a far parte di una grande famiglia, un’associazione umanitaria internazionale ed un importante Corpo ausiliario delle Forze Armate” – ha salutato il Generale Ispettore, rivolto ai suoi nuovi volontari e alle numerose famiglie raccolte intorno a loro.

Alla solenne cerimonia hanno inoltre presenziato numerose autorità, civili, religiose e militari tra cui il il generale di divisione Maurizio Angelo Scardino, Comandante militare dell’Esercito in Sicilia, che, nel suo discorso di saluto, ha sottolineato “l’impegno quotidiano della Croce Rossa a fianco delle comunità e delle persone che versano in situazione di vulnerabilità, sia in tempo di guerra sia in pace, in Italia e all’estero”.

Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, ausiliario delle Forze Armate, è composto da un contingente di personale in congedo, arruolato su base volontaria e altamente specializzato: medici, psicologi, chimici-farmacisti, commissari, contabili, infermieri e soccorritori. Nei propri ruoli in congedo, il Corpo conta circa 17mila iscritti, richiamati periodicamente a fini addestrativi. Il Corpo Militare in situazioni di emergenza nazionale e internazionale gestisce ospedali da campo, presidi medici avanzati, nuclei sanitari e logistici mobili e nuclei di decontaminazione NBCR. Attualmente è organizzato territorialmente in un Ispettorato Nazionale, in Centri di Mobilitazione, in Nuclei Addestramento e Attività Promozionale a livello locale, in basi operative e centri polifunzionali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo