In tendenza

Siracusa, solarium e cura del verde: i progetti per chi percepisce il reddito di cittadinanza. “Spiagge sicure” da lunedì

L'iniziativa è stata illustrata questa mattina, all'Urban Center, in sede di conferenza stampa tenuta dall'assessore alle Politiche sociali, Conci Carbone, e dal sindaco Francesco Italia

Sono quattro i progetti di lavori di utilità pubblica elaborati dal Comune di Siracusa per i percettori del reddito di cittadinanza che nel capoluogo ammontano a circa 7mila. Il primo, “Spiagge sicure”, sarà avviato già dal prossimo lunedì e coinvolgerà 30 utenti, mentre entro agosto partiranno anche gli altri tre che riguarderanno la pulizia e la cura del verde del Cimitero, dei parchi e della pista ciclabile Rossana Maiorca. Saranno impegnati fino a settembre nel progetto “Spiagge sicure” nei solarium Du Frati, via Cassia alla Mazzarrona, Santa Lucia e Forte Vigliena. con turni che andranno dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 11.30, e dalle 15 alle 17, per complessive otto ore settimanali.

L’iniziativa è stata illustrata questa mattina, all’Urban Center, in sede di conferenza stampa tenuta dall’assessore alle Politiche sociali, Conci Carbone, e dal sindaco Francesco Italia: “è un traguardo ottenuto con tanto lavoro e determinazione – ha detto il primo cittadino – la burocrazia ha rallentato i tempi di avvio del progetto ma siamo molto felici di essere riusciti a partire e a dare un lavoro a chi percepisce un reddito”.

Carbone ha spiegato che sono stati contattati anche altri utenti ai quali è stato proposto Spiagge sicure, ma qualcuno ha rifiutato. I tre cittadini che invece hanno accettato saranno dotato di una divisa e si occuperanno dell’accoglienza e dell’ordine del solarium.

“Vi ringrazio per avere sottoscritto il patto di servizio – ha detto il sindaco Francesco Italia – e per l’esempio che date rispetto ai tanti luoghi comuni legati al reddito di cittadinanza. Dignità per il lavoro ed amore per la nostra città: sono sensazioni che sto percependo parlando con voi. 8 ore settimanali sono poche rispetto al lavoro che viene richiesto. E pensando alle difficoltà burocratiche legate all’avvio di questi progetti, che solo grazie all’impegno dell’assessore Carbone e di tutto il settore dei Servizi sociali stanno finalmente vedendo la luce, ritengo che l’iter attuativo dello strumento reddito di cittadinanza vada necessariamente rivisto”.

“I 30 lavoratori – ha spiegato l’assessore Concetta Carbone – avranno compiti di accoglienza ed assistenza dei bagnanti, di primo soccorso, e di accudimento delle aree che manterranno pulite ed in ordine. Facilmente riconoscibili grazie ad una divisa con pantaloncini blu, maglietta bianca e cappellino con il logo del Comune, questi lavoratori saranno seguiti da un tutor ed avranno una postazione ben identificata tra gli ombrelloni che sono posizionati sui solarium”.

Su 7.000 percettori di reddito a Siracusa, attraverso la piattaforma ministeriale, per il progetto “Spiagge sicure” ne sono stati individuati 200 e tra questi in 30 hanno aderito al progetto, sottoscrivendo il “patto di servizio”. Il Comune impiegherà in tutto 139 percettori di reddito di cittadinanza che saranno utilizzati nei quattro progetti predisposti dal settore Politiche sociali: oltre “Spiagge sicure” previsti i progetti “Parchi sicuri”, “Cimitero operoso” e “Tutti in pista…ciclabile”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo